Quotidiano di informazione campano

Da Napoli a Ibiza per scippare e rapinare, tre arresti

0

Cinque ladri napoletani arrestati in Spagna. La cooperazione bilaterale costituita da servizi congiunti di controllo del territorio eseguiti dalla Polizia italiana e da quella spagnola, messa in atto per garantire la prevenzione nelle località turistiche durante tutto il periodo estivo, ha portato infatti all’arresto di 5 cittadini italiani denunciati per il reato di furto.
Erano tutti napoletani i componenti della banda di rapinatori di Rolex che agiva da mesi a Ibiza, e che è stata sgominata in Spagna dalle autorità locali in collaborazione con quelle italiane. Le vittime dei colpi venivano individuate in luoghi frequentati da turisti facoltosi, come il Casinò: e proprio nel Casinò di Ibiza si trovavano due dei cinque fermati al momento dell’intervento delle forze dell’ordine. A finire in carcere sono stati i tre principali protagonisti delle rapine: Luigi Allagrante, 26 anni, Domenico Ferrara, di 25, entrambi con precedenti specifici per rapine a mano armata di Rolex avvenute a Napoli, e Maria Grazia De Martino, 25 anni. Altri due dei cinque fermati sono stati rilasciati avendo svolto un ruolo più marginale. Lo scorso mercoledì il personale della Udyco (Unidad de Droga e Crimen Organizado) di Ibiza, coordinato dalla Udyco Central di Madrid, in collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della Direzione Centrale della Polizia Criminale, con il Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine e con la Squadra Mobile di Napoli, ha arrestato gli italiani responsabili di essersi associati per commettere una serie di furti ai danni dei turisti in vacanza nell’isola con l’obiettivo di derubarli di oggetti preziosi e denaro. Le forze dell’ordine hanno sequestrato circa 10mila euro in contanti, diversi telefoni cellulari e 2 orologi Rolex ‘Piquet’. I soggetti, tutti con precedenti sul territorio nazionale per reati di varia natura tra cui quelli contro il patrimonio, sono stati condotti in carcere. Il Tribunale di 1^ Istanza di Ibiza ne ha convalidato l’arresto e disposto la permanenza in carcere per 3 arrestati mentre per gli altri 2 ha disposto la liberazione per il ruolo più marginale ricoperto nella commissione dei reati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.