Quotidiano di informazione campano

Napoli-Lazio 2-1: gol e highlights. Callejon e Milik su punizione, Ancelotti a -6 dalla Juventus

Mai mollare. Ancelotti lo chiede continuamente ai suoi e gli azzurri rispondono, anche questa volta, presente. 2-1 sulla Lazio e distanza dalla vetta ridotta a sei lunghezze, in attesa della sfida tra la Juve e il Chievo di lunedì. Vittoria di gioco e carattere quella del Napoli, maturata dopo un avvio di partita non facile e all’insegno della sfortuna con il doppio palo di Milik tra il 12’ e il 21’. Pochi minuti, come quelli che separano la prima e la seconda rete azzurra: prima il destro di Callejon che, alla prima di ritorno, si sblocca in zona gol, e poi la spettacolare traiettoria dell’attaccante polacco, all’11° centro stagionale. I padroni di casa non riescono a chiudere l’incontro scontrandosi per altre due volte con il legno (16° colpito in A, record di quest’anno), ma il destro di Immobile non basta a cambiare le sorti della sfida. La squadra di casa conferma così un trend quasi perfetto al San Paolo, mentre la Lazio – nonostante un numero importante di occasioni create – non riesce a invertire la tendenza negativa contro le grandi e resta momentaneamente fuori dalla zona Champions. La Lazio ha un approccio perfetto alla partita e mette subito i brividi alla difesa azzurra, con Meret che vola e respinge il tentativo aereo di Milinkovic-Savic. Il Napoli, invece, fatica nella solita circolazione di palla, ma appena supera la prima linea di pressione trova un ottimo corridoio sulla corsia mancina: il cross di Mario Rui trova a centro area Milik, ma il mancino al volo del polacco si stampa clamorosamente sul palo. La formazione di Inzaghi, comunque, non si intimorisce e continua a mettere intensità e fisicità nella metà campo avversaria, costringendo i difensori azzurri agli straordinari. A metà primo tempo, tuttavia, una bella combinazione volante tra Rui e Zielinski porta di nuovo al tiro Milik, con il colpo di testa dell’attaccante che Strakosha manda miracolosamente di nuovo sul legno. L’azione prosegue e ci prova anche Fabian Ruiz dalla distanza, impreciso di poco, mentre un minuto dopo è ancora il polacco a cercare la via della rete con il mancino, anche in questo caso fuori di un soffio. Il gol non arriva, ma è l’episodio che spezza definitivamente l’equilibrio. La Lazio infatti, fatta eccezione per una conclusione da fuori area di Milinkovic-Savic, perde progressivamente la bussola e su un’uscita sbagliata oltre la mezz’ora incassa la rete dell’1-0. Milik appoggia per Mertens, il belga serve sulla destra l’accorrente Callejon che, con un destro secco, trafigge il portiere. È il primo gol in campionato per lo spagnolo, ma il sesto contro i biancocelesti, sua vittima preferita. Passano tre giri di orologio e il Napoli raddoppia: dopo i due pali, Milik trova la meritata gioia personale con una punizione meravigliosa dai 20 metri che sorvola la barriera e si incastra nell’angolo, con Strakosha che può solo guardare.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.