Quotidiano di informazione campano

Napoli: è morto Salvatore Giordano, il giovane colpito dai calcinacci

È deceduto il ragazzo colpito dal crollo di un cornicione della Galleria Umberto I. Aperta un'inchiesta.

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Una morte assurda quella di Salvatore Giordano, il ragazzino di 14 anni colpito dai calcinacci caduti dalla Galleria Umberto I di Napoli lo scorso 5 luglio. La direzione sanitaria dell’Ospedale Loreto Mare dove Salvatore era ricoverato ha confermato il decesso del giovane avvenuto il 9 luglio.
Dall’8 luglio le condizioni di Salvatore Giordano erano disperate. I sanitari avevano rilevato una condizione di «coma profondo ariflessico» ed erano state quindi avviate le procedure per constatarne lo stato di morte cerebrale, secondo i protocolli previsti dalla legge.
APERTA UN’INCHIESTA. È stata disposta l’autopsia. La procura di Napoli ha aperto un’inchiesta per accertare le responsabilità e la competenza della manutenzione del cornicione crollato. Occorre capire, cioè, se la competenza sia dei privati che nell’edificio hanno uffici, oppure del pubblico, del Comune o della Sovrintendenza. Perché non è ancora chiaro, e su questo toccherà agli inquirenti far luce, di chi sia la proprietà di quel pezzo di cornicione crollato.
POSSIBILE PERIZIA. I magistrati sono destinati a valutare la possibilità di affidare una perizia che chiarisca le cause del distacco dei calcinacci. La procura di Napoli ha chiesto ai carabinieri di acquisire presso le redazioni giornalistiche fotografie e filmati relativi al crollo di calcinacci.
LUTTO CITTADINO. Angelo Liccardo, sindaco di Marano (la cittadina a nord di Napoli dove abitava la vittima) dopo aver appreso della morte di Salvatore ha annunciato il lutto cittadino nel giorno dei funerali.
«L’amministrazione comunale e tutta la città di Napoli si stringono attorno alla famiglia di Salvatore in questo momento drammatico. Non esistono parole per una morte inaccettabile», ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.