Quotidiano di informazione campano

Napoli, Ponticelli: stage degli studenti in aziende campane di eccellenza

0

La buona scuola non solo educa i ragazzi alla cultura, all’apprendimento e fa sbocciare in loro l’interesse verso lo studio di una materia che seguiranno per la vita. La buona scuola sa trasformare i ragazzi in uomini già prima che compiano diciotto anni.
E quando un istituto realizza, ogni anno, questo obiettivo in un contesto difficile come quello di Ponticelli, i docenti che ne fanno parte possono dire di aver portato a termine la loro missione.

In via Argine, crocevia di Napoli con Barra e Volla, l’istituto tecnico tecnologico “Marie Curie” è il baluardo del riscatto sociale per oltre mille alunni attraverso l’insegnamento in aula e l’esperienza in azienda grazie ai progetti Por e Pon.
Quest’anno, i Por C5 2013 e 2014 hanno dato la possibilità a 35 dei migliori studenti delle classi IV ad indirizzo “meccanica” di sperimentare sul campo le teorie studiate.

Sotto la guida di docenti e tutor aziendali, i ragazzi, dall’ otto giungo al dieci luglio scorso, sono stati i nuovi dipendenti di due aziende campane di eccellenza, specializzate in meccanica di precisione (la M.P. di Brusciano) e robotica (la Deltacon di Pomigliano).
“I Por e i Pon – spiega la prof Patrizia Porretta, dirigente dell’Itt – sono un’occasione importante per i nostri ragazzi perché rappresentano il primo vero approccio con il mondo del lavoro. E’ una grande possibilità che una scuola ha il diritto e il dovere di dare ad uno studente che così, superato l’esame di maturità, saprà meglio spendere il suo diploma”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.