Napoli – S’inaugura stasera, 1 settembre,  il Festival Nazionale del teatro VII edizione di Casamarciano. Una serie di manifestazioni da tenersi presso il Complesso Badiale di Santa Maria del Plesco. La presentazione è avvenuta presso il locale Gambrinus, un locale storico di Napoli;  Il suo nome deriva dal mitologico re delle FiandreJoannus Primus, Il Gran Caffè di sicuro rientra fra i primi dieci Caffè d’Italia e fa parte dell’Associazione Locali Storici d’Italia. Alla presentazione era presente il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi, alcuni esponenti amministrativi comunali, importanti personalità varie, e infine la presentatrice del Festival, Daniela Troisi. Al tavolo dei relatori la presenza di Pasquale Manfredi, direttore artistico del festival, in qualità di moderatrice Bianca Bianco, giornalista, personaggi del mondo dello spettacolo come Mariangela D’Abbraccio e Veronica Maya. Monica Guerritore e Raphael Gualazzi sono gli ospiti d’eccezione di questa manifestazione denominata  Scenari Casamarciano; la kermesse è dedicata, come accennato, al teatro e alla musica; si svolge nella location davvero suggestiva, di carattere storico, di Santa Maria del Plesco dal 1 al 10 settembre. La manifestazione ospiterà attori e cantanti, come citato, Mariangela D’Abbraccio, madrina dell’evento; Massimo Dapporto e Paola Pitagora, per il  Premio alla carriera; Veronica Mazza, come già detto Veronica Maya e Raphael Gualazzi con l’unica tappa campana del suo Love Life Peace tour. In modo molto sintetico; dal 1 al 3 settembre il festival prenderà il via con la gara tra compagnie teatrali che quest’anno vede sulla scena compagnie provenienti dal Veneto, dalla Sicilia; esattamente la compagnia teatrale “Saro Costantino” di Rometta ( Me), la compagnia “Arte Povera” di Mogliano  Veneto, Treviso e infine “Amici di teatro” proveniente anch’essa dalla provincia di Treviso; da Roncade.   Sabato 9 settembre sarà la Pro Loco Hyria Casamarciano del regista Giovanni Cavaccini a proporre per  il pubblico “Le bugie con le gambe lunghe” di Eduardo De Filippo. Prevista una grande serata di premiazione domenica 10 settembre.” Abbiamo il dovere di ritornare alla nostra identità” afferma il sindaco di Casamarciano in un opuscolo informativo che prosegue: “ Recuperare antiche storie, rispolverare racconti perduti, dare linfa a radici rese asfittiche dalla dimenticanza: con questo insopprimibile impulso al ritorno alla nostra grande storia abbiamo dato un orizzonte preciso alla nostra azione culturale, trasferendolo a poco a poco in questo festival” .

A.R.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com