Quotidiano di informazione campano

NAPOLI, SAVIANO NON CE LA FACCIO PIU’, SARO’ LIBERO SOLO ALL’ESTERO

0

Napoli, Mi sento come un reduce che racconta una battaglia con la percezione che gli astanti non possono percepire fino in fondo cio’ che sento e provo. Non ce la faccio piu’ ed ho chiesto ad un ufficiale dei carabinieri di togliermi la scorta, mi hanno risposto: ‘non ci pensare nemmeno'”. Lo ha detto nella sua testimonianza in aula Roberto Saviano, lo scrittore minacciato dalla camorra e testimone alla settima sezione penale del tribunale di Napoli nel processo contro Antonio Iovine e Francesco Bidognetti, accusati di minacce. Imputati anche i loro difensori Carmine D’Aniello e Michele Santonastaso. “Il mio futuro e’ lontano dall’Italia dove chiedero’ una nuova identita’ e ripartiro’ da zero”. “La mia vita e’ cambiata e da sette anni vivo sotto scorta con sette ufficiali dei carabinieri, due auto blindate, e un’auto civetta. Tutto deve essere concordato, tutto deve essere deciso prima: non posso fare una passeggiata, prendere un treno, andare in un ristorante se non scelto prima e concordato. Difficile anche vedere la mia famiglia, mia madre”. Le minacce sarebbero state rivolte in aula nel corso del processo Spartacus quando nel marzo del 2008 “l’avvocato Michele Santonastaso lesse in aula una lettera firmata da Antonio Iovine e Francesco Bidognetti nella quale mi indicavano come ‘pedina’ della Procura e pseudogiornalista. Era un proclama in stile terroristico. Dopo qualche ora mi hanno raddoppiato la scorta”. Il suo e’ un racconto del ‘terrore’ partito nell’ottobre del 2006 quando ‘Gomorra’ e’ diventato un best seller. IL MINISTRO CANCELLIERI, TUTTO IL PAESE E’ CON SAVIANO “Tutto il paese e’ con Saviano”: cosi’ il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, che si sente “legata a lui da un rapporto direi di amicizia”.
  “Ho grande stima e considerazione di Roberto Saviano – ha affermato a Lussemburgo – Certo, non e’ facile trovarsi a dover accusare la camorra, ma non dimentichiamo che grazie al suo intervento sono state compute operazioni molto significative.
  Chiaramente – ha osservato – quando ci si pone in certe posizioni posizioni i problemi arrivano, pero’ credo che tutto il Paese sia con lui”.DA RADIO PIAZZA CAMPANIA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.