Quotidiano di informazione campano

Napoli – Sul sentiero degli dei – Agerola: torna l’atteso Festival dell’alta costiera amalfitana – VII edizione – Musica, teatro e cultura – “dal 20/07/2018 al 12/09/2018“

ANTONIO ROMANO RADIO PIAZZA EVENTI

Napoli  – La presentazione della prossima edizione di  “Sul Sentieri degli Dei, Festival dell’Alta costiera Amalfitana”  è avvenuta, di recente, nei locali del Caffe Gambrinus di Napoli, un locale storico il cui nome mitologico, deriva dal re delle Fiandre; un locale tra i primi dieci caffè d’Italia e fa parte dell’associazione locali storici d’Italia. Erano presenti, tra altri,  per l’occasione, il Sindaco di Agerola Luca Mascolo, in qualità di moderatore il giornalista Flavio Pagano, l’assessore al Turismo di Agerola, Tommaso Naclerio, L’assessore alla Cultura dello stesso Comune, Regina Milo, il maestro Leonardo Quadrini, il Direttore Artistico della manifestazione Susy Mennella, il presidente della Proloco di Agerola, Nicola Fusco, lo scultore Antonio Acanfora, un rappresentate, Massimo Corbisiero, dell’osservatorio astronomico di Agerola denominato Salvatore di Giacomo, lo scrittore Pino Imperatore, Marco Zurzolo, noto sassofonista, Cristina Donadio e altre personalità del mondo amministrativo e dello spettacolo. Con l’estate torna Sul Sentieri degli Dei, l’atteso festival dell’alta Costiera amalfitana che dal 20 luglio al 12 settembre offre ad Agerola un’occasione per scoprire oltre all’arte scorci inusitati.  Ad Agerola, soprannominata la “piccola Svizzera dei Monti Lattari” per il clima anche nella stagione più calda, ma anche la “divina” visto che da qui si inerpica il Sentiero degli dei, uno dei dieci itinerari di trekking più spettacolari al mondo secondo; definizione data dal New York Times. Tante occasioni di esibizioni, cui si aggiungono mostre d’arte visitabili fino a settembre e una serie di iniziative. Afferma  il Sindaco Luca Mascolo:  “Uno sforzo notevole, una valorizzazione delle risorse, di peculiarità, di un luogo. In breve come un paniere di offerte turistiche. In un complesso meccanismo dove c’è l’impegno di tanti. Forse si potrebbe scrivere un libro dal titolo le fatiche di un amministratore di provincia. Un luogo dove c’è armonia della natura e la luna che ha ispirato dei celebri versi! Il tutto per costruire rapporti umani importanti, autentici.  Siamo andati oltre l’ostacolo! Ad Agerola non esiste non si può fare! “ ha ammesso con entusiasmo per l’iniziativa portata avanti. Ha ritenuto doveroso esprimere i ringraziamenti per la sede dove si è svolta la manifestazione di presentazione, il noto locale Gambrinus definito, amichevolmente, in modo cordiale, l’ambasciata a Napoli del Festival di Agerola. Un luogo, quello di Agerola, di straordinaria suggestione, che in passato era meta privilegiata della villeggiatura della borghesia napoletana, ma anche del viaggio di tanti artisti e intellettuali.  Il poeta Salvatore Di Giacomo, vi trovò la giusta ispirazione per la famosa “Luna di Agerola”, il drammaturgo candidato al Nobel Roberto Bracco, che ispirato dal luogo scrisse Il piccolo santo, e l’indimenticato Francesco Cilea, che qui iniziò la composizione del “Lamento di Federico”. Tanti appuntamenti che trasformeranno i vari borghi in un unico grande palcoscenico.

Antonio Romano

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.