Quotidiano di informazione campano

Napoli un uomo ai domiciliare arrestato ma continua in chat e molesta una 13enne

Era già finito in stato di arresto, beneficiando della misura cautelare degli arresti domiciliari, dopo essere stato scoperto dalle forze dell’ordine a compiere atti a sfondo erotico ai danni di una ragazza minorenne di soli tredici anni d’età. L’uomo, 33enne originario e residente a Crispano, nella periferia a nord di Napoli, ha continuato, però, a scrivere su una chat di internet alla ragazzina, nonostante fosse stato diffidato da parte dell’autorità giudiziaria dal mettere in atto tali comportamenti. Il 33enne, infatti, da prescrizione della magistratura, avrebbe dovuto avere contatti soltanto con i proprio familiari più prossimi. Così, i carabinieri della stazione di Terzigno (Na) lo hanno prelevato e trasferito presso la casa circondariale penitenziaria di Poggioreale, a Napoli, dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare di aggravamento emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Aversa.

Il precedente: l’uomo era già stato arrestato

Lo scorso mese i militari dell’arma della stazione di Terzigno avevano già arrestato il 33enne di Crispano. L’uomo era risultato già noto alle forze dell’ordine per diversi reati, tra i quali quello di stalking. Le forze dell’ordine lo avevano, infatti, scoperto in una zona boschiva del Parco Nazionale del Vesuvio, precisamente in via vicinale Creta, mentre era in atto di compiere atti sessuali con la ragazza minorenne, residente a Terzigno. In quella circostanza, in seguito a perquisizione domiciliare e personale, i carabinieri avevano provveduto [VIDEO]a porre sotto sequestro vari dispositivi informatici per analizzarne e verificarne il contenuto.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.