Quotidiano di informazione campano

NAPOLI VINCE Calcio: Napoli-Genoa 2-1, doppietta di Higuain; Udinese espugna Empoli

CALCIO IL NAPOLI SOLA AL TERZO POSTO RADIO PIAZZA NEWS

0

Napoli, 26 gen. – Tra Napoli e Genoa termina 2-1 il posticipo della 19esima giornata di Serie A. Higuain in gol al 7′ del primo tempo, replica all’11’ della ripresa Falque. A ristabilire poi il vantaggio definitivo per i partenopei ci pensa ancora il Pipita su un dubbio calcio di rigore al 30′. Al San Paolo va in scena una bella partita, dai ritmi intensi e dai capovolgimenti di fronte continui, anche se alla fine viene decisa, in favore del Napoli, da due episodi arbitrali che faranno discutere. Benitez sceglie De Guzman a Mertens sulla trequarti. Dall’altra parte, classico 3-4-3 per Gasperini con Falque e Perotti ai lati di Feftatzidis nel tridente. Napoli subito forte con Higuain che non inquadra la porta, al 7′ pero’ il Pipita si riscatta: tiro di Callejon che Perine ribatte sulla testa dell’argentino, che da pochi passi non ha difficolta’ nello schiacciare la palla in rete. Al momento del tiro di Callejon, il Pipita sembra tuttavia partire oltre la linea del fuorigioco.

Il Genoa comunque non protesta e risponde subito con Falque, poi al 18′ Edenilson taglia e impegna Rafael in angolo. Il Napoli sfiora il raddoppio al 30′ con Hamsik che non inquadra di piatto. Clamorosa l’occasione che capita a De Guzman al 38′: pallonetto e palla oltre la traversa. Nella ripresa, ancora l’olandese protagonista: salvataggio miracoloso di Burdisso sulla linea. Replica il Genoa con Bertolacci, prima dell’ingresso dell’ex rossonero Niang per Fetfatzidis. Con un punto di riferimento in avanti. Falque e’ piu’ libero e all’11’ pesca il sinistro giusto e fa 1-1. Dopo la traversa colpita da Callejon, ultimi 20′ per Gabbiadini al posto di De Guzman. Al 28′ contatto (molto dubbio) in area tra Kucka e Higuain, per Calvarese e’ rigore e il Pipita non sbaglia. Nel finale il Genoa non ci crede e per il Napoli, che torna da solo terzo, e’ la quarta vittoria nelle ultime 5 gare.
Udinese espugna Empoli con Di Natale e ‘gollonzo’ di Widmer

L’Udinese conquista i tre punti in palio al Castellani, tornando alla vittoria che mancava dallo scorso 7 dicembre in occasione della trasferta a San Siro contro l’Inter. Sfortunata la prova dell’Empoli, punita da un gol molto occasionale di Widmer, anche se l’Udinese puo’ legittimamente protestare per un calcio di rigore (il settimo subito in questa stagione) molto dubbio assegnato all’Empoli dall’arbitro Ghersini. I padroni di casa si spingono immediatamente nella meta’ campo friulana e dopo nemmeno un minuto di gioco costruiscono la prima occasione da rete sull’asse Saponara-Mchedlidze, ma Guillherme e’ bravissimo a chiudere sul georgiano al momento della conclusione. L’Udinese fa fatica a costruire, grazie soprattutto al pressing asfissiante dei giocatori offensivi empolesi e alla bravura della difesa di Sarri, abilissima a tenere la linea alta ed accorciare la squadra. Mario Rui e’ un trenino a sinistra e i suoi suggerimenti fioccano, soprattutto per Riccardo Saponara, ma l’ex milanista viene limitato benissimo dalla difesa bianconera.

Al primo vero affondo l’Udinese passa in vantaggio: ottima palla filtrante di Allan da tre quarti campo e l’ex di turno Di Natale si infila tra due giganti come Rugani e Tonelli e infila Sepe di testa. L’Empoli, dopo un primo momento di sbandamento, ricomincia a costruire gioco ma Saponara, sempre nel vivo dell’azione, non e’ altrettanto preciso in fase di conclusione. Al 35′ comunque arriva il pareggio toscano: l’arbitro concede un calcio di rigore molto generoso per un dubbio fallo di mano di Danilo in area, se ne incarica Saponara che pareggia. Sugli spalti, intanto, per la gioia dell’esultanza due tifosi empolesi cadono rovinosamente dalla balaustra. Subito accorrono i soccorsi e i due tifosi vengono trasportati in ospedale, dove pero’ fortunatamente le loro condizioni non appaiono gravi. Gli uomini di Sarri sono piu’ pimpanti e nel finale di tempo si ripresentano dalle parti di Karnezis con Mchedlidze e Pucciarelli, ma il portiere greco si salva. Nei minuti di recupero si fa viva anche l’Udinese con Kone, ma la sua conclusione da buona posizione e’ fuori misura.

Nella ripresa, a differenza che nel primo tempo, e’ l’Udinese a pressare nella propria area l’Empoli, ma sono i padroni di casa a sfiorare il vantaggio con Rugani sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Palla-gol colossale per l’Empoli al 14′ della ripresa, grazie all’ennesimo cross di Mario Rui sul quale si avventa Pucciarelli, ma il suo colpo di testa finisce a lato. Dal gol sbagliato al gol subito: Widmer sulla destra vorrebbe crossare al centro, ma la parabola del suo tocco prende una parabola beffarda e si infila alle spalle di Sepe. Il classico “gollonzo” che beffa lo sfortunato Empoli. Gli uomini di Sarri provano a reagire, ma in un paio di occasioni Maccarone e’ impreciso nella conclusione in area di rigore. Nell’ultima mezz’ora l’Empoli puo’ anche sfruttare la superiorita’ numerica, in quanto Kone si fa espellere per doppia ammonizione, ma gli sforzi toscani – importante soprattutto un colpo di testa di Verdi al 90′ – sono vani e l’Udinese porta a casa i tre preziosi punti. CALCIO RADIO PIAZZA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.