Quotidiano di informazione campano

NAPOLI VINCE FACILE CONTRO IL PALMA 2-0

0

NAPOLI, 19 DICEMBRE 2014 – Dopo oltre un mese di astinenza, il Napoli torna a vincere. La vittoria mancava, infatti, dallo scorso 9 novembre, quando gli azzurri vinsero per 1-0 contro la Fiorentina. Nel secondo anticipo della 16esima giornata di Serie A, la squadra di Benitez, trascinata da un super Zapata, batte 2-0 il Parma, costretto ad incassare la 13esima sconfitta stagionale. Il Napoli si prende i tre punti e torna così, momentaneamente, al terzo posto, superando Lazio, Sampdoria, Genoa e Milan.

A quattro giorni di distanza dalla sconfitta contro il Milan a San Siro, i partenopei ritrovano la serenità, in vista della grande sfida con la Juve di lunedì a Doha.
L’obiettivo era non sbagliare, e così è stato. Benitez lascia in panchina Koulibaly, diffidato, e Higuain, per la terza volta in quattro gare, e si mette nelle mani di un brillante Duvan Zapata, che non delude e traghetta gli azzurri verso la vittoria.
Il Napoli sfiora subito il vantaggio con un potente destro di Callejon, che finisce alto. Gli azzurri, che hanno in testa solo i tre punti, dominano il gioco e, al 19’, sbloccano il risultato con un gol del colombiano Zapata, il quarto in cinque partite, compresa l’Europa League. Il Napoli non corre rischi e controlla senza problemi la partita. Al ‘30 Callejon viene steso in area di rigore da Gobbi, e il Napoli trova il raddoppio con Mertens, che dal dischetto realizza la sua prima rete stagionale. Sul finire del primo tempo Britos sfiora il 3-0 colpendo alto un pallone di testa a due passi da Mirante.
Nella ripresa c’è spazio anche per Higuain che va subito alla ricerca del gol, ma quando lo trova, nel finale, gli viene annullato per fuorigioco.
Il Parma non preoccupa il Napoli, a parte un guizzo di Lodi, che, a metà del secondo tempo, dal limite dell’area, trova un tiro a giro che, però, finisce sul palo.

Continua il periodo di difficoltà degli emiliani. Ad influire, senza dubbio, è anche la vicenda della cessione della società. Il tira e molla tra Tommaso Ghirardi e Pietro Doca, infatti, non è certo d’aiuto per la squadra di Donadoni.

[foto:msn.com]

Antonella Sica, RADIO PIAZZA NEWS
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.