Quotidiano di informazione campano

Napolitano al Gambrinus, gli offrono ginseng ma prende caffè: «2013 in salita»

0

NAPOLI – Sole o pioggia, il 2 gennaio, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano prende il suo caffè al Gambrinus di Napoli. L’ha fatto anche quest’anno, in occasione della breve vacanza partenopea con la moglie Clio, dopo aver lasciato a mezzogiorno Villa Rosebery e fatto visita al prefetto Francesco Musolino. Da Palazzo di Governo allo storico locale il passo è stato breve. Borsalino nero, cappotto blu come la camicia e poche parole ma di incoraggiamento per i napoletani: «Spero nel meglio soprattutto per Napoli». GINSENG? «NO GRAZIE, UN ESPRESSO» – Napolitano non si è lasciato sedurre da varianti esotiche in fatto di caffè. I proprietari del Gambrinus, visto il freddo, hanno offerto a lui e alla signora Clio una bevanda al ginseng ma il presidente ha gentilmente declinato per rivendicare il suo espresso doc.
«UN ANNO DI CRESCITA» – «Ho parlato tanto l’altra sera, cosa potrei aggiungere?» ha detto poi ai giornalisti facendo riferimento al suo messaggio di fine d’anno. Ma non si è sottratto a un auspicio. «Mi auguro – ha detto – che il 2013 sarà un anno in salita, di crescita». E poi: «Rivolgo un augurio speciale a Napoli ed ai napoletani».RICORDANDO IL CAFFE’ SOSPESO – E il «Caffè Gambrinus» non si è lasciato scappare l’occasione dell’ennesimo passaggio di lustro e ha esposto subito le tazzine dalle quali il presidente ha sorbito il suo caffè. I proprietari del locale frequentato anche da Gabriele D’Annunzio, i fratelli Antonio ed Arturo Sergio, le hanno conservate subito dopo la consumazione della coppia presidenziale.
Con i signori «Gambrinus», Napolitano si è informato della situazione economica della città e delle nuove abitudini dei frequentatori del locale che si affaccia su piazza Plebiscito. Argomento della conversazione anche il «caffè sospeso», ovvero i caffè pagati da chi può a vantaggio di chi non può, una sorta di ammortizzatore sociale di antica tradizione. La pratica non si è mai interrotta e tra coloro che oggi offrono i «caffè sospesi» al Gambrinus c’è il presidente del Calcio Napoli Aurelio De Laurentiis. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.