Un giardino “terapeutico” unico nel suo genere in Puglia è stato inaugurato giovedì scorso presso la RSA San Raffaele a Troia, in provincia di Foggia.

Si tratta del Giardino dell’Eco, destinata a pazienti affetti da Alzheimer. Completamente allestito con materiali riciclati o riciclabili è frutto di una intensa attività di terapia occupazionale che ha visto, e vedrà, impegnate decine di ospiti della struttura.

Uno spazio verde di 400 metri quadrati pensato sia per finalità terapeutiche (come strumenti di cura complementari a quelli tradizionali) sia per migliorare il benessere e la qualità di vita non solo dei pazienti ma anche dei parenti in visita e del personale medico e paramedico.

Nel giardino è presente un percorso storico sensoriale, uno spazio dedicato all’ortoterapia, nonché un percorso fisioterapico. Fioriture si affacciano da pneumatici usati dipinti dai pazienti con colori atossici e terapeutici, panchine rifinite dagli ospiti realizzate con pedane consentono la sosta momentanea, cespugli di erbe aromatiche hanno trovato casa in vecchi box lignei restaurati, lampade ricavate da barattoli realizzate durante la terapia occupazionale illumineranno i viali di sera e fiori secchi sapientemente maneggiati dalle nonnine fuoriescono da vasetti che una volta contenevano omogeneizzati.

Le parti del giardino destinate alle fioriture sono state progettate in riferimento a colori, stagioni e profumi per caratterizzare l’utilizzo del giardino in ogni momento dell’anno in rapporto alle sue diverse colorazioni e alle profumazioni delle sue essenze. Per l’allestimento sono stati utilizzati alcuni antichi attrezzi appartenenti alla storia agricola del territorio foggiano e dunque al vissuto personale di ciascun ospite della Rsa.

In occasione del taglio del nastro è stato illustrato il cammino terapeutico in corso i cui esiti finali nei prossimi mesi saranno presentati alla comunità scientifica. L’obiettivo è la stimolazione ed il mantenimento della funzionalità cognitiva residua degli ospiti attraverso la sollecitazione psico-sensoriale delle abilità mnestiche, del linguaggio, del movimento e delle emozioni personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com