Quotidiano di informazione campano

Bergoglio ha detto: “Il grido dei poveri diventa ogni giorno più forte,

Durante la Giornata Mondiale dei Poveri

Nella Giornata Mondiale dei Poveri, Bergoglio ha detto che “Il grido dei poveri diventa ogni giorno più forte, ma ogni giorno meno ascoltato, sovrastato dal frastuono di pochi ricchi, che sono sempre di meno e sempre più ricchi”. Parole durissime quelle del papa (e di chi la pensa come lui): una condanna senza appello ai ricchi e alla ricchezza. Negli evangeli però, e neppure nel magistero, la ricchezza e i beni materiali vengono considerate colpe da riscattare o tali da mandare agli inferi. Duemila anni fà, Gesù affrontò la medesima questione. In Giovanni 12:1-11, disse che “I poveri li avrete sempre con voi, ma non sempre avrete me”. Parole rivelatesi profetiche, ma non ciniche. L’esegesi cattolica  spiega che il figlio dell’uomo non si è fatto carne per debellare le povertà umane e materiali, per sanare le ingiustizie o portare pace, ma semplicemente per saziare l’anima e narrare la vita eterna. Chi ha scambiato la Chiesa Cattolica per un’agenzia filantropica dedita a promuovere  rivoluzioni, tutelare gli indigenti e i lavoratori, o difendere l’ambiente, potrebbe pensare ad impegnarsi all’Onu o in qualche organizzazione sindacale. La chiesa ha ben altre funzioni.

Gianni Toffali

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.