Quotidiano di informazione campano

NELL´ANTICIPO DELLA 14 GIORNATA DI SERIE A IL PALERMO VINCE CON UN SECCO 3-1 SUL CATANIA

0

Nell’anticipo della 14.ma giornata di campionato, il Palermo batte ilCatania nel derby di Sicilia e conquista tre punti fondamentali in chiave salvezza. Al Barbera, i rosanero sbloccano la gara al 10′ grazie a un gran destro di Miccoli. Nella ripresa, una doppietta di Ilicic(4′ e 15′) porta la squadra diGasperini sul 3-0. Di Lodi, su calcio di punizione (25′ s.t.), l’unica rete degli etnei, che rimangono fermi a quota 19 punti.LA PARTITA
Il derby spazza via ogni tipo di sentenza sputata, sin qui, dal campionato. Il derby dice che unPalermo così affamato vale tutto tranne che la zona retrocessione. La squadra di Gasperiniaggredisce il Catania dal minuto 1, lo mette sotto, non lo fa respirare. Sembra una questione di vita o di morte, per i rosanero. Miccoli, da capitano vero, si schiera in prima linea e guida l’assalto a ritmo di pressing e giocate d’alta scuola. La prima, al 10′, vale il vantaggio: stop a seguire su servizio di Morganella e (dal limite dell’area) destro micidiale all’angolino alto. Andujar rimane immobile esattamente come tutto il Catania, tradito dalla disastrosa serata dei suoi gioielli (GomezBarrientos) ma, più in generale, limitato da un gap fisico clamoroso, di proporzioni non preventivabili alla vigilia.
La banda di Maran, evidentemente sorpresa dall’energia del Palermo, pare intimidita: Brienza, al 22′, salta secco Spolli e sfiora il bis che non arriva solo grazie ad Andujar (conclusione deviata sulla traversa). Al 4′ della ripresa si replica: Brienza, sempre lui, porta prima a spasso Spolli sulla fascia destra, poi rientra e serve al centro Ilicic; diagonale destro e 2-0 Palermo. Il Catania, colpito per la seconda volta, accenna una minima reazione, e per “minima” si intende un baricentro leggermente più alto. Un peccato mortale, quest’ultimo, perché i rosanero colpiscono immediatamente in contropiede. Ilicic, lanciato sulla destra da Brienza, si fa metà campo palla al piede, rientra sul sinistro e trafigge Andujar per la terza volta (60′). In una serata del genere, tra primo e secondo tempo gli etnei riescono a rendersi pericolosi solamente con qualche punizione di Almiron Lodi. Proprio quest’ultimo, al 70′, su calcio da fermo indovina la parabola che beffa Benussi e fissa il punteggio sul 3-1 finale. Il Catania, imbattutto dal 28 ottobre (0-1 in casa con la Juve), frena così la sua scalata all’Europa. Per Gasperini, invece, comincia forse un nuovo campionato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.