Quotidiano di informazione campano

NOLA .30 NOVEMBRE 2020 RASSEGNA STAMPA LA GAZZETTA CAMPANA E ALTRE TESTATE

A CURA DI RADIO ANTENNA CAMPANIA VI ASPETTO ALLE 7.30 INDIRETTA TONY NON SOLO MUSICA

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO
30 Ottobre COVID
Le notizie del 30 ottobre sul Coronavirus: 31.084 contagi in Italia, indice Rt a 1.7
Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia, i dati e le news dal mondo di oggi, venerdì 30 ottobre. Record di contagi nel nostro paese: nell’ultimo bollettino 31.084 casi Covid e 199 morti. Oggi quasi 9000 casi in Lombardia, più di 3000 in Veneto e Campania. Possibile un nuovo dpcm per lockdown alla francese tra il 5 e il 10 novembre. Iss: “Italia verso Scenario 4, in rapido peggioramento”. Il commissario Arcuri: “Crescita del virus impetuosa, muoversi il meno possibile sennò il sistema sanitario non regge”. Campania, da lunedì stop alle scuole dell’infanzia. Nel mondo più di 45 milioni di contagi. Gli Usa superano i nove milioni di casi. La Francia torna in lockdown ma le scuole restano aperte. Stretta anche in Germania, dove è record di contagi con oltre 16.000 casi in un giorno. Record in Spagna, oltre 25.000 contagi.
ATTUALITÀ 30 OTTOBRE 2020 07:18di Davide Falcioni

continua su: https://www.fanpage.it/live/coronavirus-ultime-notizie-30-ottobre/
https://www.fanpage.it/

 

COVID AVELLA E IL NOLANO SOTTO CHOC.CHIARA GRAVISSIMAPER IL COVID A 17 ANNI da matteo trione
L’inchiesta sulla morte di Diego Maradona sta avendo in queste ore
un’accelerata decisiva. La casa e la clinica del dottor Leopoldo Luque, medico personale del campione, sono stare perquisite dagli inquirenti. C’è da capire se ci sono state irregolarità o errori. Secondo il quotidiano argentino La Nacion, il medico «è diventato il primo indagato dell’inchiesta, che per il momento è di omicidio colposo». A darne notizia sono fonti giudiziarie. «Dobbiamo determinare se durante il ricovero domiciliare ci sono state irregolarità», hanno spiegato i giudici. Quello che è certo è che Luque — neurochirurgo e personaggio controverso che lavorava per Diego dal 2016 ma con il quale il campione aveva litigato — non era presente nella casa di Tigre al momento della morte di Diego, avvenuta alle 12 argentine (le 16 italiane) di mercoledì 25 novembre.
INFOGRAFICA
Chi è davvero il medico al centro del giallo sulla morte di Diego
Personaggio chiave
Le perquisizioni sono state compiute da 60 agenti, 30 nella casa e 30 nella clinica del dottore Luque, che ormai è sempre più la chiave del mistero che sta avvolgendo la morte del campione. Pure le figlie di Diego — Dalma, Gianinna e Jana — lo hanno indicato senza incertezze come il principale responsabile del crollo fisico del padre negli ultimi giorni prima della scomparsa. E insieme a Luque, sostengono alcun fonti, potrebbero rientrare nell’indagine anche il medico-psichiatra che prescriveva i farmaci a Maradona e una persona, non meglio precisata, che si trovava in casa al momento del decesso.
Maradona, la telefonata del medico al 911: «Qui serve un’ambulanza urgente»
Video:Maradona, la telefonata del medico al 911: «Qui serve un’ambulanza urgente»
Quanti misteri
Le questioni irrisolte restano dunque molte. Intanto, non si comprende perché Maradona sia stato dimesso così in fretta dopo l’operazione alla testa. Una tesi che anche quella del suo ex medico, Alfredo Cahe, il quale ha detto senza mezzi termini che «sono state sbagliate le cure». E poi ancora: perché in casa non c’era un medico specialista 24 ore su 24? Perché non c’era un’ambulanza stabilmente davanti a casa? A Maradona sono stati prescritti i farmaci giusti? Sono stati rispettati i protocolli di intervento? Perché non c’era un defibrillatore in casa? E, soprattutto, perché Luque non era in casa ma ha chiamato lui il 911, senza peraltro fare il nome di Maradona? Domande che esigono risposta. La morte del Diez non può restare un giallo.
L'immagine può contenere: 3 persone, il seguente testo "ARGENTINA Il medico personale di Maradona indagato per omicidio colposo di Carlos Passerini Maradona e la haka degli All Blacks: quell'omaggio rumoroso e commovente che si riserva alle persone speciali di Calcagno"

Sophia Loren, per il suo ottantaseiesimo compleanno lo scorso 20 settembre, ha ricevuto un regalo molto particolare da parte della stilista inglese Stella McCartney: un cappotto pelliccia cruelty-free della collezione di Stella McCartney, realizzato con Koba, la prima pelliccia a base biologica e vegetale. A postare la foto l’account Instagram della stilista, ha pubblicato lo scatto della grande attrice italiana, da poco di nuovo sulle scene: ora possiamo vederla nel film

“Care amiche e cari amici, desidero condividere con voi che ieri dopo un nuovo tampone di controllo sono risultata positiva al covid19. Sono a casa e sono sotto controllo medico. Grazie a tutti per l’affetto e mi raccomando state attenti❤
– indossatelamascherina
– manteneteledistanze
– lavarespessolemani
un abbraccio a tutti”
Orietta Berti

 SERIE A

Tango Napoli. Abbattuta 4-0 la Roma nel ricordo di Maradona

Gli azzurri onorano la maglia di Diego nel suo stadio

di Nicola Vanacore
Tango Napoli. Abbattuta 4-0 la Roma nel ricordo di Maradona

Non era una partita come le altre, non poteva esserlo.
Troppo vive le emozioni di una settimana segnata dalla drammatica scomparsa del capopopolo sportivo più grande che il popolo partenopeo potesse avere.
Tutto parlava di Maradona oggi, dalla maglia stile “Argentina” allo stadio che all’esterno si presentava come un vero e proprio santuario dei ricordi.
Era la partita più attesa, quella che dopo la sepoltura del Pibe de Oro lo consegnava all’Olimpo degli immortali, e gli azzurri hanno capito che non potevano sbagliarla, e così è stato.
Alla fine il risultato condanna la Roma con un passivo forse più pesante di quello che meritava, ma la vittoria non è stata mai in dubbio dal momento in cui, Insigne, l’erede naturale di Maradona ha segnato, anche lui su punizione, nella stessa porta in cui Diego castigò Tacconi in un’epico Napoli-Juventus.
Cuore, applicazione e voglia di vincere le armi messe in campo dal Napoli, che ha letteralmente asfaltato la Roma rimasta troppo presto priva di due pedine importanti come Mancini e Veretout oltre a avere un  Dzeko a mezzo servizio. Una gara in cui Meret alla fine è risultato spettatore non pagante.
Ora nell’attesa che lo stadio prenda il nome del suo Eroe indimenticabile, bisogna guardare avanti, e non abbassare concentrazione e intensità a partire dalla trasferta di Crotone, una gara sulla carta facile ma che nasconde mille insidie.
Intanto i tifosi scaramantici si chiedono: sarà questa di questa sera la maglia del futuro del Napoli?NAPOLI – ROMA 4-0

 

Pompei, anziano in pigiama al bancomat: arrestato il figlio per estorsione

Franco Vitiello, 48 anni, lo costringeva a dargli soldi

Castellammare, la cucina solidale di don Luigi a RAI 1

Parte la raccolta fondi per il progetto nella chiesa del Carmine

La cucina sociale di don Luigi a RAI 1. Le telecamere del programma “A sua immagine”, hanno fatto vedere la chiesa del Carmine e  illustrato il progetto della cucina solidale. Il servizio, ad opera dell’inviato Paolo Balduzzi, è andato in onda oggi verso le 12 e spiegato come funzionerà il progetto che ha ottenuto un piccolo finanziamento essendo stato premiato tra i migliori dalla Comunità episcopale. L’intervento sarà realizzato nei locali della parrocchia del Carmine a partire dai 12 mila euro ottenuti e cercando anche altri fondi. Partita, infatti, una raccolta per cui chi vuole donare lo può fare utilizzando un iban pubblicato sulla pagina Facebook della parrocchia con la causale: lavori per cucina solidale e spogliatoi e docce per i senza fissa dimora. “Questo progetto ha una pluralità di obiettivi. Certamente il fine caritatevole, già perseguito dalle altre mense presenti in città, tra cui quella della Caritas diocesana, rientra tra i nostra

Nocera, poker dei Molossi: Nola ko con la Nocerina

Acerra, firmata l’Ordinanza n.59: attività scolastiche in presenza con ingresso scaglionato, lunedì 30 novembre scuola dell’infanzia e martedì 1 dicembre prime classi della primaria. Per le altre classi restano le disposizione dell’Ordinanza n.93 del Presidente De Luca

UNIFORTUNATO

AL VIA IL FORUM DI DISCUSSIONE ONLINE SULL’EDUCAZIONE CIVICA CON I DOCENTI DELLE SCUOLE

Lunedì 30 novembre prenderà il via il forum intensivo di discussione e formazione promosso dall’Unifortunatosui temi, la progettazione, le strategie e la valutazione del nuovo insegnamento di Educazione civica, obbligatorio in tutte le scuole da questo anno scolastico.

A seguito della istituzione da parte dell’Unifortunato del Tavolo di lavoro per l’educazione civica con le scuole, era emersa la necessità di lavorare lungo due direttrici: informazione dei docenti e realizzazione di un percorso specifico per le competenze trasversali per gli studenti. la gazzetta campana nola

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.