Quotidiano di informazione campano

NOLA AI MICROFONI DI RADIO ANTENNA CAMPANIA, CARMEN MELILLO

0

Nola Nei nostri studi di Radio Antenna Campania, nel corso di un noto programma della domenica mattina Weekend in musica, è stata ospite Carmen Melillo, professione cantante, accompagnata da Salvatore Noviello. Nel corso dellintervista realizzata da Gaetano Napoletano, alternata dallascolto di alcuni suoi brani musicali, sono emerse alcune considerazioni importanti del mondo musicale. La nostra intervista: parliamo di musica partenopea. Ci fa sempre piacere ascoltarla! Lei canta la musica partenopea, anche di qualche anno fa. Quella fatta di belle canzoni indimenticabili, che tutto il mondo conosce? Classico napoletano! È il mio genere! Il suo repertorio comprende anche canzoni nuove. Scommetto che da piccola, invece di giocare con le bambole, era già la musica ad attirarla. Da quanti anni che si è dedicata alla canzone?  Canto, come professionista, da ventidue anni. Ho iniziato molto piccola con lo studio del canto e pianoforte. Sono figlia darte. Mia madre mi ha trasmesso questa grande passione per la musica. Adesso lei non canta più anche per problemi legati alla sua età. Ha un poco, passato la palla a me! Questa è la mia passione. A Napoli cantiamo tutti. Lei è nata a Napoli. Quale artista è un suo modello di riferimento, qual è quellartista, anche del passato, che ti rimane dentro, che lo ascolta e magari le viene quel brivido addosso? Ti dirò che a me i cantanti napoletani del passato, mi emozionavano un pochino tutti perché sentivo proprio il cuore quando interpretavano il pezzo. Esempi: Giulietta Sacco, Angela Luce, Sergio Bruni e altri ancora. Erano un poco degli attori questi cantanti. Nel senso dinterpreti della canzone ? la canzone classica napoletana non morirà mai! Perché veramente è cantata in tutto il mondo. Una bella bandiera da portare avanti. Nellambito della nuova musica a Napoli. Sembra che esca, nel panorama musicale, un cantante al giorno. Tutti cantanti neomelodici che cantano queste canzoni alquanto strane. È  daccordo con queste tendenze o preferisce restare nellambito del classico napoletano? Rispetto tutti i generi musicali come tutti i cantanti. Personalmente preferisco il classico napoletano. Poi ognuno si esprime nel modo in cui vuole. Che dire: viva la musica! Qual è il suo obiettivo. Per far una metafora calcistica, ogni calciatore sogna di diventare campione del mondo? Canto, prima di tutto, per passione, ma il mio scopo è mandare messaggi damore. È questo è per me la musica: un messaggio damore. Un punto di riferimento, per fare unire tutti gli uomini! Poco importa se diventerai famoso o non. È importante cantare perché la musica dà la gioia. Vivo prettamente per la musica. Ci racconta qualche sua partecipazione a eventi importanti? Ho partecipato a manifestazioni canore come dei festival. Nel 2005 ho partecipato al Festival Italiani nel mondo. Nel 2010 uno spettacolo di varietà teatrale. Anno 2011, sono stata presente al festival a Ischia della canzone marinara. Una festa importantissima per Ischia. Un festival che mi è rimasto nel cuore. Sempre rimanendo nellambito di qualche progetto, sogno del cassetto, sicuramente sempre musicale; bisogna precisare: cantare in una sala di registrazione è ben diverso che cantare dal vivo? Più bello cantare dal vivo. Hai il pubblico nel qualche cè questo scambio di amore. È uno scambio reciproco. È bello vedere quando il pubblico si emoziona e senti il suo applauso. Senti comè. Perché lapplauso arriva! Il mio sogno, nel cassetto, e dar spazio al teatro: magari con uno spettacolo tutto mio! Uno dei teatri che mi affascina e che amo tantissimo è il Sannazzaro di Napoli.  È il mio sogno, speriamo di realizzarlo!<?xml:namespace prefix = o ns = “urn:schemas-microsoft-com:office:office” />

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.