Quotidiano di informazione campano

NOLA ANCHE OGGI LA NOSTRA RASSEGNA STAMPA LA GAZZETTA CAMPANA

RADIO ANTENNA CAMPANIA NOTIZIE

Nola – Presto sarà operativo un terzo drive in città. Questa mattina si sono svolte le operazioni di allestimento da parte dei miliari dell’esercito. L’area individuata è quella di fronte al Pronto soccorso, lato via Seminario. (area Sporting)

COVID

 

ovid, la Campania resta zona gialla

Campania.

Una lunga ispezione del ministero della Salute nelle strutture covid della Campania, negli uffici delle Asl, una minuziosa indagine sui dati che vengono trasferiti a Roma per appurare se ci siano delle mancanze, delle falle da considerare.

 (ANSA)

Corte d’appello Figc, respinto ricorso Napoli

Campania.

La Corte sportiva d’appello della Federcalcio, apprende l’ANSA, ha respinto il ricorso del Napoli contro lo 0-3 e il punto di penalizzazione per non aver giocato il match contro la Juventus del 4 ottobre. (ANSA).

Corte d’appello Figc, respinto ricorso Napoli

Campania.

La Corte sportiva d’appello della Federcalcio, apprende l’ANSA, ha respinto il ricorso del Napoli contro lo 0-3 e il punto di penalizzazione per non aver giocato il match contro la Juventus del 4 ottobre. (ANSA).

 

Covid: cala numero positivi ma anche tamponi

Campania.

Sono 2716 i pazienti risultati positivi nelle ultime 24 ore al Covide 19 in Campania. Gli asintomatici: 2304 mentre i Sintomatici 412 a fronte di 14290 tamponi che sono stati esaminati nelle diverse strutture.

 (ANSA)

Covid: ancora un decesso in casa per anziani nel Salernitano

Campania.

Muore un altro anziano ospite dalla casa di riposo Sacro Cuore di Buonabitacolo, in provincia di Salerno. A perdere la vita, come confermato dal sindaco Giancarlo Guercio, un 87enne del posto ricoverato da alcuni giorni nel reparto Covid dell’ospedale di Polla.

 (ANSA)

Covid: sindaci del Casertano chiedono invio dell’Esercito

Campania.

Diciannove sindaci del Casertano, in particolare di Aversa e dei comuni del suo hinterland (denominato agro-aversano), area sensibilmente colpita dal Covid in cui si registra oltre il 40% dei casi attuali presenti nell’intera provincia – 5301 persone posit…

 

Le 2 Sicilie. 57. RDDS
Nocera Inferiore 11.11.20
In ogni mondo economico ha nel suo interno delle particolari pratiche da svolgere e sono lì in attesa che qualcuno riesce a risolverle nel migliore dei modi e sono:
gli attori principali,(popolo,governo,istituzioni etc.)
il rallentamento della crescita,
l’occupazione
disoccupazione
lo sviluppo, (sé si vede)
le decisioni, (convinte)
Le indecisioni (sono un pastrocchio per noi)
le azioni, (lungimiranti)
la strada per la crescita (ci vuole il binocolo con questi governi che vanno e vengono, mi sembrano la ruota della fortuna)
intraprese al momento,
il tempo preso come riferimento alla situazione in essere, ed anche le causa scatenante possono avere delle conseguenze nello spazio/tempo.(un’autentica perdita di tempo per noi Napoletani)
Seguono delle decisioni/indecisioni da intraprendere per sostenere uno sviluppo graduale nella società 4.0.
Le decisioni: non sono seguite dai fatti, la messa in opera in stile salsa itagliana fa che rende quelle decisioni da “rallentamento sul nostro mercato interno, che si aggrava nel mercato delle 7 sorelle” il pilastro dell’economia né risente e si vede.
Come quando un sarto non professionale (governi che girano la ruota dells fortuna) prende delle misure del cliente (Napoletani) in malo modo per un vestito è le misure non sono consone è lo produce molto piccolo, ma per lui dicono che va bene.(il problema nasce quando noi Napoletani, lo indossiamo, è che le misure non ci entrano proprio:
le maniche sono corte,
I pantaloni sono stretti, ma proviamo e riproviamo ad indossarlo ma non va, non entra).
Non va, non entra proprio, queste misure cioè le decisioni che il governo attuale ha preso per noi, sono aggrade per loro,
ma sono molto strette per noi.
È giù il rallentamento economico che si aggrava è si accentua, portandosi dietro tutti allo stesso modo dentro il burrone delle indecisioni.
Il moderare dei termini, che queste decisioni che sono autentici mal di pancia per noi, sono il segnale che presto o tardi abbiamo bisogno di un wc.
Il che alla lunga portano autentiche scariche diaretiche del nostro tessuto economico e sociale.
Quando ci sono delle decisioni/indecisioni prese in favore di pochi (derivati, hedge-fund e spazzatura del genere solo che il complesso bancario mette in circolo autentiche truffe e raggiri ai danni del popolo) possono essere deleterie per tutti gli altri, che si sentono esclusi dalle decisioni/indecisioni che il nuovo governo mette in opera, ci mettono una pezza per tranquillizzare i mercati da una parte, e per poi dare il tozzo di pane al parco buoi che sgobba in silenzio e ingoia senza proferire, per poter dimostrare che sono all’altezza del loro compitino assegnatogli.
Prestando giuramento durante il gran galà di corte del quirinale. (Eppure la pagnota devono pur portare a casa)
Il suo modo di prendere le misure che non gli riesce a costruire questo benedetto vestito, che faccia gli interessi di tutti.
È come fà????
Come se né esce?????
Semplice non le prende e il bene di tutti e rimandato.
E si continua così senza muovere troppo la situazione attuale, che insita nella società 4.0.
E lui più furbo degli altri non fà altro di trovare delle semplici scuse.(ma sono solo campate in aria)
Daranno da bere al loro parco buoi la solita minestrina fredda, insipa, stomachevole, e diranno:
La stoffa per il vestito era poca,
Il cotone mi è finito (debito pubblico in aumento con l’arrivo del MES, recovery fund e altra spazzattura di vari colori etc.)
La macchina per cucire si è scassata etc.
E altre fesserie al quadrato da inculcare ai loro sotto posti, per tranquillizzarli e continuare a spremerli come i limoni.
Ed assogettarli a loro barlume di fantomatiche farloccha crescita delle più rosee previsioni di un calo della domanda,
Aumenti dei disoccupati/occupati crescono la curva non cala.
E quando quella linea non viene giù abbastanza velocemente, nel grafico della disoccupazione/occupazionale, si devono fare delle scelte inappropriate ed opportune per il bene dello stesso legame congiunturale sociale.
Voltare pagina al più presto.
Il virus ha solo allungato i tempi, ha fatto solo il modo di farli stare sulle poltrone più tempo possibile e sfruttare al massimo per incassare i privileggi e prebende che vanno aggiunti al loro curriculum del magna-magna nostrano.
La poltrona istituzionale è molto comoda è di un sapore eterogenico superiore alle più pallide immaginazioni.
Signori miei questa è classe, non è acqua che qualcuno possa immaginare, ma classe nel vero senso della parola.
Da un lato possono tranquillizzare gli ebeti che gli credono come un gregge di pecore, ma dall’altra incassano gli emolumenti che sono nel loro programma divino, nel loro DNA: “LA PAGNOTTA”.
Ma con un simile atteggiamento decisione/indecisioni possiamo noi Napoletani crescere in questo mondo di fatti/misfatti governativi è indossare di un vestito molto stretto????

Ci conviene stare a guardare e continuare questa sceneggiata all’ itagliana ??????

Col virus ci vogliono terrorizzare alziamoci e cominciamo a lottare!

·

Rassegna stampa: i giornali salernitani in edicola mercoledì 11 novembre

Ecco i titoli delle prime pagine sui giornali Mattino e Le Cronache. Rassegna stampa a cura di Salernonotizie

Covid, il nuovo record nero. Sfondata quota 10mila casi, 521 in un giorno. Scafati, focolaio in un’altra residenza anziani. La pandemia. Terza vittima alla casa di riposo nel Vallo. Nocera: muore una 71enne, contagi in tribunale

Ed ancora: Il sindaco Napoli. «Stop a lungomare scelta funzionale e simbolica: è ora di restare a casa»

Di spalla: La scuola. Franzese ai presidi subito lezioni per i disabili

Aeroporto, dopo il via libera scatta la corsa contro il tempo. Bando per i lavori alla pista, verifiche sull’assegnazione provvisoria. Le infrastruttura. Eventuali ricorsi potrebbero rallentare l’iter

La vertenza a Battipaglia. Cinque licenziati alla Deriblok. Francese: «Evitiamo lo scontro»

L’assistenza. L’ospedale passa dal Ruggi all’Asl. Sos dalla Costiera «E’uno scippo»

Sei anni senza Soglia «Pazzo per i granata»

Serie C. Cavese, carica Santoriello. Paganese, ecco il derby

I box in alto: La testimonianza. Cappuccio, spazi d’autore sulla rotta con l’Olanda

La scoperta. Paestum, l’invito del 1930 agli scavi narrati da Maiuri

 

La Speranza di De Luca: Campania gialla. Giro di vite nei Comuni a rischio e in alcune zone di Napoli. Il Governatore: sciacallaggio mediatico contro di noi

A centro pagina: Verso le Comunali. Napoli riannuncia la sua candidatura ma Roberto è sull’uscio. Il sindaco dà ancora la sua disponibilità: “Altrimenti torno a fare l’architetto”. Nuove chiusure per il fine settimana dopo quella del lungomare cittadino

Ed ancora: L’ingegnere Trotta. “Superbonus e burocrazia rischio flop”

Salerno. Scuole chiuse una nuova protesta

: L’intervista. Picarone: “Accordo con i privati per posti letto e degenza”

Il fatto. IlluminiAmo Salerno. Le prime adesioni

: L’intervista. Il sindaco. Lo Sapio: “Pompei da rilanciare”

Cava de’ Tirreni. Salzano eletto Presidente del Consiglio

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.