Quotidiano di informazione campano

Nola. In scena la compagnia “Pipariello” con “L’Opera de’ Pazze”

0

Trattasi di un inedito consegnato al regista dellopera, Peppe Ciringiò, un po prima della sua prematura scomparsa per un male incurabile. Una commedia musicale in due atti riadattata e diretta dallo stesso Ciringiò dal titolo “L’Opera de’ Pazze”, dai tratti briosi, comici, che alterna parti recitate a canzoni melodiche, non rinunciando ai proverbiali con colpi di scena a cui il Pipa ci aveva abituati col coinvolgimento sul palco di circa trenta attori.

É la storia di un regista che, dovendo mettere in scena uno spettacolo teatrale ambientato tra il 600 e il 700, indice dei provini dove si presentano tante persone che si ritengono, vanitosamente e a torto, attori o cantanti famosi.

Una chicca? Nellintrigante contesto, per esempio, scocca la scintilla amorosa tra uno scenografo gay innamorato del regista il quale, di suo, ha già tanto da fare con lesilarante presenza di una focosa amante e così via.

Tra le protagoniste dello spettacolo vi sarà come sempre Cristina Simonetti, che ci presenta i retroscena della rappresentazione con cognizione di causa, avendoli vissuti in tutto e per tutto.

“L’Opera de’ Pazze” è una commedia musicale in due atti con trama nata dalla mente brillante del nostro amato Pipariello Senior, abilmente adattata e diretta da Peppe Ciringio’ e caparbiamente “supportata” in tutto e per tutto dal carissimo Pipariello Junior!, afferma Cristina. E continua.

Definirei quest’opera “una commedia nella commedia” nel senso che, la trama racconta proprio di un registra teatrale in cerca di attori, per mettere in scena il suo spettacolo: I quattro moschettieri … in trasferta a Napoli!. Inutile dire che, sul palco, si avvicenderanno i personaggi più assurdi, proponendo gag, situazioni equivocche e … chi più ne ha più ne metta. Il tutto deliziato e intervallato da nostalgiche melodie d’altri tempi! Il nostro è un cast vario, brillante ed omogeneo, impreziosito da artisti quali Luigi Pedone, Tino Simonetti e la cara Patrizia Zuccaro.

Per ben due volte, per cause di forza maggiore, la commedia e’ stata rimandata. Quest’anno, lintento di presentarla è riuscito per limpegno e la professionalità di tutti quanti hanno operato nella consapevolezza del significato emozionale che comporterà la messa in scena in funzione di quanto ha deciso il destino.

I presupposti di assistere ad uno spettacolo eccellente ci sono tutti. La testimonianza della Simonetti ne è una conferma. Siamo ritornati in scena con la voglia di divertirci e di far divertire il pubblico che, ci auguriamo, accorra numeroso allUmberto, afferma Cristina con convinzione.

Ma, soprattutto, lintento di tutti noi è quello di rubare una bella risata a chi, da lassù, siamo sicuri!!! ci regalerà il più bello e caloroso degli applausi.

Sicuramente sarà!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.