Quotidiano di informazione campano

NOLA LA RUBRICA DEL SABATO A CURA DI TONY La microcitemia e l’anemia mediterranea

0

L’anemia mediterranea è una malattia ereditaria, che viene trasmessa dai genitori ai figli al momento del concepimento, e non una malattia che passa ma persona allaltra, come avviene per le malattie infettive. Lanemia mediterranea si manifesta nei bambini subito dopo la nascita con un pallore della pelle che diviene sempre più evidente. Questo pallore rivela la presenza di una gravissima anemia, dovuta ad una diminuzione del numero dei globuli rossi e del loro contenuto di emoglobina. Come sapete, i globuli rossi sono il componente principale del sangue: sono dei corpuscoli microscopici, rotondi e tutti eguali tra loro, un po schiacciati al centro e ripieni di quella sostanza liquida che dà il colore rosso al sangue, lemoglobina, che ha la funzione di portare lossigeno a tutte le cellule dell’organismo: una funzione importantissima poiché, come sapete, senza ossigeno non si può vivere. Nel malato di anemia mediterranea i globuli rossi sono in numero assai ridotto e contengono una quantità scarsissima di emoglobina. Non sono perfettamente rotondi ma sono deformati in vario modo, molti sono soltanto dei frammenti, e tutti sono assai pallidi essendo quasi completamente privi di emoglobina. In queste condizioni il malato ha bisogno di essere subito curato con trasfusioni di sangue, altrimenti non può vivere. Le trasfusioni debbono essere continuate per tutta la vita ad intervalli di 20-25 giorni. Oltre alle trasfusioni i malati hanno bisogno di ricevere anche molte altre cure e continui controlli medici per prevenire o curare in tempo altre possibili complicazioni della malattia. Con questa assistenza il bambino vive abbastanza bene, cresce, diventa adolescente, frequenta regolarmente la scuola, e da giovane può anche applicarsi in vari lavori. È dunque una malattia che richiede un enorme impegno e molti sacrifici sia da parte del malato che dei suoi familiari, ha un costo altissimo che si riflette su tutta la società, ed è motivo anche dal lato affettivo di sofferenze ed angosce: basti pensare che ci sono ancora oggi famiglie che hanno non uno soltanto ma due figli malati da assistere.

Le microcitemie

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.