Quotidiano di informazione campano

NOLA LE NEWS DI ALTRI -LE NWS LOCALI Politiche 2022, Azione – Italia Viva: “ Parlare alla pancia della gente, disgrega il Paese”

LE NEWS DI RADIO ANTENNA CAMPANIA

Palma Campania – L’obiettivo dichiarato è quello di essere la nuova casa dei moderati, raggiungere il 10% dei consensi, per sbarrare la marcia della Meloni, riproporre il governo Draghi.

E’ questa la strategia di Azione – Italia Viva che si presentano in coalizione in quello che è stato definito il Terzo polo, e guidato dai due “consoli” Carlo Calenda e Matteo Renzi.

Una “rotta” che la formazione politica nata dalla fusione da questa coppia inedita del panorama politica italiana, sta illustrando in questa campagna elettorale settembrina.

Le parole d’ordine sono state ribadite anche in un recente incontro elettorale a Palma Campania in provincia di Napoli, promosso da Giuditta Simonetti, componente della segreteria Regionale di Italia Viva, dove i candidati Ettore Rosato, già vice presidente della Camera e l’onorevole Paolo Russo, figura storica di Forza Italia che di recente ha aderito al progetto, hanno tracciato le linee guida di un percorso che punta sulla responsabilità.

L’INOPPORTUNITÀ DEL VOTO

Ettore Rosato evidenzia come questa campagna elettorale, in questo momento storico così particolare, visto che tra l’altro mancavano pochi mesi per la conclusione naturale della legislatura. “Mesi che non sarebbero stati improduttivi per affrontare le tante emergenza in corso, in primo luogo quella energetica con bollette che sono aumentate di 13 volte. C’era una legge di bilancio di fare va come sempre negoziata con l’Unione Europea, motivo per il quale non si è mai votato a settembre. Inoltre siamo in una fase in cui si riscrivono le regole del bilancio in Europa che incideranno nella vita di ciascuno di noi nei prossimi anni. Bisognava continuare a governare e non fare campagna elettorale. Ecco perché era importante avere Draghi ancora alla guida del Paese che maneggia questi temi meglio di qualunque altro e gode di uno straordinario internazionale      

CRISI ECONOMICA DETERMINATA DAI NO IDEOLOGICI DEL PASSATO

Questo è un altro passaggio importante della campagna elettorale di Azione – Italia Viva. “Superare i tanti no che hanno impedito lo sviluppo energetico del Paese – evidenzia Rosato  – no al Tap, no ai rigassificatori, no e ancora no, di questo passo dovremo dire solo si alle candele!”

IL LAVORO NON PUÒ ESSERE UNA DELLE OPZIONI DEL REDDITO

Sul reddito di cittadinanza il Terzo polo sottolinea tutte le criticità e le distorsioni che hanno determinato difficoltà anche nella possibilità di poter reperire manodopera e lavoratori in diversi settori.

Penso che bisogna – conclude Rosato –profondere il massimo impegno nel far sì che domanda ed offerta possano incontrarsi, ed al tempo stesso, c’è da rivolgere attenzione alla regolamentazione. Lo sguardo deve essere rivolto ai problemi reali e alle soluzioni concrete perché a forza di parlare solo alla pancia, questo Paese si disgrega

DAGLI ALTRI SOLO PROMESSE MAI MANTENUTE

Abbiamo contato – sottolinea Paolo Russo, deputato uscente, ed oggi candidato al Senato con Azione – che le promesse del centro destra valgono più o meno 100 miliardi, quelle del centro sinistra 70 miliardi. Si parla di aumenti delle pensioni, degli stipendi agli statali: mi chiedo, ma se non hanno assunto questi provvedimenti prima, perché dovrebbero farlo adesso? Il ostro è il polo della responsabilità che non fa mirabolanti promesse,  ma indica soluzioni concrete

Rassegna stampa dal web

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.