Quotidiano di informazione campano

Nola – Mercoledì 27 maggio verrà eseguita la controperizia sul Taxodium Mucronatum ‘Montezuma’ della villa comunale.

0

Sono anni che combattiamo per la villa comunale il Direttore Tony L’americano con tantissimi articoli pubblicati   ma ora e’ piu’ grave e’ chiusa da tempo e non si decide a vedere quali sono gli alberi veramente malati. Tante  volte ha litigato con tutti,prima era sporca, poi mancavano le luci, poi i bagni ,poi la fontana, che scomparsa finalmente ci sono anche associazioni e cittadini diamoci tutti una mano   ecco cosa ci scrivono e stata

Commissionata da associazioni e cittadini impegnati da mesi in una campagna per la difesa del patrimonio storico/ambientale della villa comunale di Nola, si spera potrà verificare definitivamente le analisi compiute un anno fa dal tecnico del Vivaio Marrone Giuseppe Cardiello.

I promotori dell’iniziativa così spiegano la situazione:

“La villa comunale di Nola è chiusa da mesi. Secondo il comune gli alberi sono malati e li vogliono abbattere.

Il Montezuma, un monumento vivente, sta per fare la stessa fine. Secondo il perito del Vivaio Marrone gli alberi non possono essere salvati.

Noi non ci crediamo. Abbiamo più volte spiegato su AreaNolana.org il perché la perizia del Comune di Nola non è affidabile.

Ma il Comune di Nola non ha voluto nominare un altro perito e condanna gli alberi alla distruzione.

A oggi la villa è sottoposta a vincolo della Soprintendenza competente.

Basterebbe una perizia tecnica per fermare il tentativo del comune di abbattere i nostri Gigli Viventi.

Noi cittadini di Nola abbiamo il dovere di difendere il nostro patrimonio ambientale.

Noi cittadini di Nola dobbiamo cercare di salvare la nostra memoria storica e i nostri beni comuni.

Abbiamo incaricato il dottor Andrea Maroè di Udine, esperto di alberi secolari, di verificare lo stato di salute del Montezuma.

Questo per cercare di trovare soluzioni alternative all’abbattimento.

La perizia del dottor Maroè costa circa tremila euro di cui, purtroppo, più della metà solo per la trasferta da Udine.

Chiediamo a tutti i cittadini che hanno a cuore i nostri gigli viventi della Villa Comunale di contribuire a questo intervento per tentare di salvarli e restituire la villa alla città.”

 

Nota Biografica di Andrea Maroè, tecnico nominato per la perizia all’albero Monumentale Montezuma della villa comunale di Nola:

“Agronomo, arboricoltore, specializzato nella valutazione della stabilità e vitalità delle piante arboree anche con l’utilizzo di tecniche di tree climbing.

Istruttore master di tree-climbing e docente di arboricoltura ornamentale urbana.

Nato in un vivaio, fin da giovane ha arrampicato e si è occupato del recupero olistico di alberi monumentali.

Ha fondato, oramai più di 25 anni fa, una delle prime ditte che si occupava esclusivamente della cura degli alberi ornamentali: la Verde Verticale.

È stato tra i primi in Italia ad utilizzare il tree-climbing e a proporre l’analisi strumentale sugli alberi grandi e pericolosi lavorando per molte Amministrazioni Pubbliche e Private su tutto il territorio Nazionale.

Tra i vari incarichi istituzionali ha ricoperto il ruolo di:

  • Responsabile delle Alberature del Comune di Genova;
  • Direttore del Verde Pubblico di Udine Direttore del Verde Pubblico di Gorizia;
  • Coordinatore Nazionale della Sezione Treeclimbing dell’ International Society of Arboricolture – sezione italiana;
  • Past President dell’ International Society of Arboricolture – sezione italiana;
  • Past President del Consorzio Italiano di Arboricultura;Il costo totale della perizia è di circa tremila euro. IBAN: IT15M0760105138250975350979Codice Fiscale: 9202552060633Per maggiori informazioni visitare la pagina: Contatti: redazione@areanolana.org – +39 347 39 69 997

 

  • http://www.areanolana.org/salviamo-il-montezuma.html
  • causale: perizia Montezuma Nola
  • Intestato a: Annamaria Napolitano c/o RICICLARE & CREARE ONLUS
  • I cittadini che vorranno contribuire ai costi dell’intervento potranno effettuare bonifico sul conto corrente:
  • Attualmente è responsabile dell’Ufficio Alberi Monumentali del Comune di Udine, Agronomo, Arboricolture e CEO di SuPerAlberi sr.”radio piazza news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.