Quotidiano di informazione campano

NOLA OGGI LUNEDI LA RASSEGNA STAMPA DELLA GAZZETTA CAMPANA

VI ASPETTO SU RADIO ANTENNA CAMPANIA ALLE 7.30 NON SOLO MUSICA TONY

PARTIAMO DA NOLA CON LE NEWS

Nola, San Felice e il “libro dei miracoli”: un prezioso tesoro custodito nel Museo diocesano che racconta anche di visite di personaggi illustri alla Cripta della Cattedrale

o minuzioso che evidenzia il forte legame della città al suo patrono. Tanti gli aneddoti che possono essere ricavati, tracciando al tempo stesso un affresco di vita vissuta della, attraversando i secoli ed il mutamento delle fasi storiche.

Si narra, ad esempio, che il 26 aprile 1872, durante un’eruzione del Vesuvio, la statua di marmo del santo, eretta nel 1796 e oggi inglobata nella villa comunale, si contorse irreversibilmente sulla sinistra in direzione della colata lavica, proteggendo la città minacciata da una nube di ceneri e lapilli.

Il 15 novembre dello stesso anno, dopo aver svolto un regolare processo canonico, il vescovo di Nola Monsignor Giuseppe Formisano riconobbe ufficialmente la prodigiosa contorsione della statua, molto venerata dal popolo nolano e dai fedeli dell’agro. Tra le visite di personaggi illustri presso la cripta di San Felice e citati dal diario, abbiamo quelle di San Papa Pio IX , della figlia del Granduca di Toscana, oltre quella di Alfonso Maria dei Liguori che proprio a Nola compose il celebre canto natalizio “ Tu scendi dalle stelle”.

Nola, San Felice: il miracolo non si manifesta

Nola –Il miracolo di San Felice non si è manifestato. Il pontificale officiato dal Vescovo Francesco Marino, si è svolto alle 11.30. Al termine della Santa Messa si è recato con l’intero capitolo della Cattedrale in cripta constatando come il miracolo della Manna di San Felice non si sia manifestato.

La manna è un liquido biancastro che fuoriesce da un canaletto del tabernacolo della cripta che secondo la tradizione sarebbe in collegamento con la tomba del santo, morto nel primo secolo avanti Cristo, sbranato dai leoni a seguito della condanna al supplizio ordinata nei suoi confronti dal prefetto romano, Marciano. Il liquido viene raccolto in un piccolo calice. Molto si è dibattuto sulla natura del fenomeno ma al momento non si conosce la composizione della manna. Da sempre viene accettato come un segno di protezione del Santo.

L’impatto dei sistemi di aerazione sulla dispersione del virus: lo studio del Bambino Gesù

Gli specialisti del Dipartimento di Diagnostica per Immagini e dalla Direzione Sanitaria del Bambino Gesù, insieme con gli ingegneri di

La FiMETAL cerca personale tecnico

La FiMETAL cerca personale tecnico

Covid-19, asintomatici identificati con un colpo di tosse: lo affermano i ricercatori del MIT

Covid-19, asintomatici identificati con un colpo di tosse: lo affermano i ricercatori del MIT

Carico di droga prima del lockdown, trovato con mezzo chilo di marijuana

Arrestato trentaseienne a Vico Equense

di Redazione“L’ultimo carico” prima del lockdown. I Carabinieri arrestano 36enne con quasi mezzo chilo di marijuana a Vico Equense. I carabinieri della stazione hanno arrestatoper detenzione di droga a fini di spaccio un incensurato 36enne del posto, sorpreso in possesso di circa 400 grammi di marijuana. Una pattuglia impegnata in un posto di controllo nel centro cittadino ferma l’auto condotta dal giovane uomo. Alla richiesta dei documenti il appare ai militari particolarmente nervoso. Così, approfondendo il controllo, gli operanti ispezionano il veicolo e trovano sotto al sedile una busta con quasi 300 grammi di marijuana. Andando a perquisire anche l’abitazione del fermato spuntano altri 100 grammi di “erba” e alcune centinaia di euro in banconote di piccolo taglio. La sostanza stupefacente e il denaro, ritenuto provento dell’attività di spaccio, sono stati sottoposti a sequestro. Mentre ai polsi dell’insospettabile sono scattate le manette. il 36enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Donna trova il compagno a letto con un’altra, pazza di gelosia dà fuoco alla casa

Ha sorpreso il compagno con un’altra donna e, pazza di gelosia, ha dato fuoco al modulo abitativo in cui la coppia viveva. È accaduto ieri pomeriggio a Ladispoli dove i carabinieri hanno arrestato la donna romena di 48 anni.Lei ed il compagno avevano occupato una struttura posizionata sotto il cavalcavia di viale Europa lasciato incustodito da una ditta che aveva eseguito lavori edili in zona. Secondo quanto apprende Agenzia Nova in mattinata la 48enne avrebbe sorpreso il compagno con un’altra donna, nel pomeriggio è tornata sul posto e, approfittando dell’assenza dell’uomo, ha incendiato il letto. Le fiamme si sono propagate alla casa. Domato l’incendio dai vigili del fuoco, i carabinieri hanno individuato l’autrice del gesto arrestandola per incendio doloso. Successivamente è stata condotta in carcere in attesa della convalida.
Cronaca

Campania – Allerta meteo di colore giallo a partire dalle 12 di domani

Avviso della Protezione civile valido fino alle 12 di martedì.

di ANSA

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di colore Giallo valida a partire dalle 12 di domani fino alle 12 di martedì 17 novembre su tutto il territorio regionale ad esclusione delle zone 2 (Alto Volturno e Matese) e 4 (Alta Irpinia e Sannio) dove non vi sono condizioni di avversità meteo.
Si prevedono ‘precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o locale temporale’, che in alcune aree localizzate potrebbero assumere particolare intensità.

Sono previste anche locali raffiche di vento nei temporali. Tali fenomeni, si sottolinea, “potrebbero dare origine a un rischio idrogeologico localizzato con effetti al suolo come ruscellamenti superficiali con possibile trasporto di materiali, allagamenti di locali interrati e posti al pian terreno; Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali; possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori con inondazione delle aree limitrofe; possibile caduta massi; occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, anche a causa degli incendi boschivi verificatisi sul territorio regionale e per effetto della saturazione dei suoli”.

 

Radio Maria: “Il coronavirus è un complotto sotto l’impulso di Satana”

Il direttore dell’emittente, don Livio Fanzaga: “Questa epidemia è un progetto del demonio che attraverso menti criminali prepara un colpo di Stato sanitario o massmediatico”

Meteo Italia – Maltempo ad inizio settimana, poi ci riprova nel week-end!

Oggi, Domenica 15 più nubi e qualche pioggia sulle isole maggiori e lato tirrenico. Tante nubi basse e nebbie in pianura Padana per tutta la giornata. Stabile su Molise, Puglia, Basilicata, Calabria. Lunedì 16 irrompe il maltempo nelle prime ore della giornata sul nord-est e Liguria. Variabile al nord-ovest con pochissimi fenomeni. A seguire maltempo in spostamento sul centro Italia con piogge diffuse, in serata peggiora al sud. Martedì 17 nubi, piogge e qualche temporale al sud, migliora sulle regioni centrali, ancora stabile al nord.

Giornata dei poveri, don Armando: una vita donata a chi non ha voce

A Mestre, il 91 enne don Armando Trevisiol, dopo aver creato sette Centri “don Vecchi”, con 510 appartamenti per anziani bisognosi e un “polo solidale” con cibo, vestiti e mobili per i poveri, donati da aziende e cittadini, aprirà ad aprile 2021 un “ipermercato della solidarietà” di 3500 metri quadrati. Ma, ci dice “manca un ostello per i 500 senzatetto nel Comune”

Alessandro Di Bussolo – Città del Vaticano

“I poveri non hanno voce: se gli operai hanno i sindacati che organizzano la protesta e bloccano le attività, i poveri non hanno questo strumenti, non sono organizzati, vivono isolati e spesso rassegnati. E quindi credo che sia un dovere diventare portavoce e premere perché per loro ci siano soluzioni che abbiano un minimo di dignità umana e cristiana”. Don Armando Trevisiol, classe 1929, parroco di Mestre “in pensione” dal 2005, oggi rettore della chiesa del cimitero cittadino, è una delle voci, delle menti e anche delle braccia, più note e ascoltate nel campo della solidarietà nella Terraferma veneziana.

Non “case di riposo” ma “alloggi protetti” per anziani

La “bottega solidale”: cibo in scadenza per i poveri

La filosofia di “tentare di fare delle cose che rispondessero ad esigenze concrete”, prosegue don Trevisiol, ha ispirato anche la nascita della “bottega solidale”, in un piccolo chiosco tra la canonica e la chiesa di Carpenedo che prima ospitava un negozio di fiori. Dalla difficoltà dei volontari della San Vincenzo parrocchiale di distribuire i generi alimentari, in scadenza o non deperibili, che supermercati e commercianti donavano, ha avuto l’idea di creare un luogo dove chi aveva bisogno potesse andare a ritirare di persona il cibo, facendo un’offerta simbolica, se ne aveva la possibilità, per coprire i costi di gestione.

Covid, la ricerca dell’Istituto tumori di Milano: “Virus in Italia già a settembre 2019”

La prima cosa bella di lunedì 16 novembre 2020 è l’interruttore sulla parete della stanza di Jannik Sinner da bambino. Uno dei segreti della sua riuscita. Lo ha raccontato a Stefano Semeraro, che lo riporta nel libro su “come è arrivato al tennis”. Dice: “Miravo ad accendere e spegnere la luce colpendo l’interruttore con la pallina. E a volte il vicino bussava al muro”. Ora: può sembrare una semplice questione di gioco, di allenamento,…

San Giuseppe Moscati, storia di un medico diventato santo

 

Il contagio poi l’aggravamento: ​cosa succede dopo sette giorni

Il professor Giorgio Palù ha spiegato cosa significa guarire dal Covid-19 e se un tampone negativo vuol dire che il virus è sparito

Sono ormai mesi che ci troviamo a parlare di coronavirus, ma ancora ci sono mille domande che creano dubbi e ansia. Giorgio Palù, professore emerito dell’Università di Padova ed ex presidente della Società italiana ed europea di Virologia, in una intervista al Corriere ha voluto rispondere ad alcuni quesiti che ancora arrovellano le nostre menti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.