Quotidiano di informazione campano

NOLA.PER LO STATUTO FESTA DEI GIGLI,ANCHE AMBROSIO E DACCORDO.CON BIANCARDI.

0

Nola Le liste civiche di opposizione capeggiate dal capogruppo Franco Ambrosio votano si alla proposta di modifica avanzata dal sindaco Geremia Biancardi in relazione allo statuto della Festa dei Gigli. Un placet che arriva nonostante sulla questione si sia registrato il fermo pollice verso del consigliere del Pdl, Vincenzo Iovino. Lemendamento proposto va nella direzione di eliminare la parte relativa alla presentazione dei curricula vitae dei candidati. Il principio è che le nomine saranno di carattere fiduciario, fatte direttamente dal sindaco. La nomina diretta del sindaco, ha motivato in consiglio lo stesso Biancardi, dei tre membri rappresenta in questo modo un segno di serietà in quanto identifica con precisione le responsabilità. senza nascondersi dietro il voto del consiglio comunale. Inoltre va anche considerato che persone di alto profilo che potrebbero dare un contributo significativo alla promozione della Festa dei Gigli non sarebbero disposti a sottoporsi ad una sorta di selezione. Sia ben chiaro precisa Ambrosio , il raggruppamento civico che ha sostenuto la mia candidatura a Sindaco nel 2009 non ha nessun impegno con questa maggioranza, anzi, continuiamo ad essere critici; tuttavia, negli ultimi tempi, sempre più spesso devo intervenire per difendere limmagine dellistituzione mortificata da farneticazioni che non hanno niente a che vedere con la politica. Su un argomento del genere non cè colore politico che tenga, occorre solo buon senso che i consiglieri della maggioranza non hanno, anzi, spesso questi ultimi, pur rimanendo nelle stanze del Palazzo, aspettano la chiamata del segretario per far cadere. A precisare ancor meglio la posizione delle liste civiche afferenti ad Ambrosio, vi è anche la dichiarazione del capogruppo Raffaele Giannini. Non è vero afferma Giannini – che il sindaco sarebbe andato sotto e che è stato salvato dalle nostre liste civiche, poiché, essendo il capo in trattazione di seconda convocazione, i consiglieri del PDL presenti sarebbero stati più che sufficienti per l’approvazione della proposta del Primo Cittadino. Il nostro voto favorevole, tra l’altro, ripeto, ininfluente ai fini del quorum, è coerente con la linea politica sempre tenuta dai nostri gruppi, che hanno mostrato di contrastare duramente questa amministrazione ma anche di appoggiare le proposte ritenute valide per la città. E quella in discussione nel consiglio comunale dellaltro giorno a nostro avviso rientrava proprio in quest’ultima tipologia Come si può, infatti, pensare di coinvolgere nella nostra festa personaggi di alto e comprovato spessore artistico, culturale, sociale, pretendendo poi la presentazione di curricula che offenderebbero le loro stesse personalità? da  A. D.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.