Quotidiano di informazione campano

NOLA.RASSEGNA STAMPA DI OGGI 9 LUGLIO A CURA DI RADIO ANTENNA CAMPANIA E TONY ORE 8,30

LA RASSEGNA STAMPA ALLE ORE 8,30 CON TONY RADIO ANTENNA CAMPANIA

M5S,OGGI al teatro Sannazaro presentazione del candidato Presidente della Regione Campania e dei candidati al Consiglio regionale

Domani, giovedì 9 luglio, alle ore 11.30, al teatro Sannazaro di Napoli (via Chiaia, 157) conferenza di presentazione della candidata del Movimento 5 Stelle alla Presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino e dei candidati M5S al Consiglio regionale della Campania.

Sarà presente il ministro dell’Ambiente Sergio Costa e una delegazione di parlamentari.

il mondo si è capovolto.

Ci sono due possibili risposte da parte di un imprenditore all’attuale quadro mondiale:

Opzione #1: Attacco

Attacca.
Crea nuove offerte.
Struttura un gioco di squadra.

Spingi come se volessi fare le migliori 8 settimane di sempre.
Raddoppia le spese pubblicitarie.

Contatta 100 persone per nuove partnership.
Spacca tutto e porta la vittoria a casa.

ATTACCA!

Opzione #2: Difesa

Vittimizzati. Chiuditi in te stesso. Piangi.
Risparmia sulle pubblicità. Spaventati.
Chiudi gli occhi. Spera.

Quale di queste scegli?

Una di queste ti mette in posizione di controllo. Ti permette di prepararti con il fucile in mano e salvare il tuo business da qualsiasi cosa sta per accadere nel mondo..Al via “Vietri in Scena”: sei appuntamenti gratuiti con la musica nella Villa comunale di Vietri sul Mare

IERI  presso la Sala giunta di Vietri sul Mare si è tenuta la presentazione della quinta edizione di “Vietri in scena”, la kermesse di spettacoli che si tiene ogni anno nel Comune costiero, alla presenza del sindaco Giovanni De Simone, dell’assessore alla Cultura e al Turismo Antonello Capozzolo e del direttore artistico della manifestazione, il maestro Luigi Avallone. “Vietri in Scena segna l’inizio del ritorno della nostra bella cittadina alla vita culturale ed artistica nel senso più alto del suo significato. Inauguriamo l’estate vietrese nella Villa comunale per regalare ai nostri concittadini e a tutti gli ospiti che vorranno trascorrere delle serate all’insegna della buona musica, sei concerti gratuiti che ci daranno la gioia di riprendere la vita sociale e culturale dopo mesi di isolamento. E’ un traguardo importante per la nostra comunità, soprattutto se si tiene conto del fatto che solo un mese fa sembrava impossibile programmare eventi sul territorio. Alla fine, fortunatamente, grazie anche all’esperienza del sindaco Giovanni De Simone e alla professionalità del maestro Luigi Avallone, siamo riusciti a mettere su una rassegna estiva di grande qualità, che certamente incontrerà il favore dei vietresi e di tutti i turisti che ci faranno l’onore di venire a Vietri sul Mare a trascorrere le proprie vacanze”. Il maestro Avallone ha annunciato che “In qualità di direttore artistico della manifestazione mi sento in dovere di dedicare questa edizione di Vietri in Scena alla memoria del grande Ennio Morricone, un genio della musica che è appena scomparso e che merita un segno di riconoscenza per le musiche che ci ha regalato: spero di inserire in queste serate almeno un brano a lui dedicato”. La manifestazione a carattere musicale è stata realizzata in compartecipazione con il Conservatorio di musica di Salerno “Giuseppe Martucci”. Sei gli spettacoli, tutti ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, che si terranno nella bellissima e panoramica Villa comunale di Vietri sul Mare, nel pieno rispetto delle misure anti covid-19 prescritte. I posti disponibili per consentire le distanze di sicurezza sono 130. La manifestazione “Vietri in scena”, condotta come ogni anno da Nunzia Schiavone,  inizierà venerdì 10 luglio, per concludersi giovedì 30 luglio. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21.00.Ricerca del lavoro. È caccia a un nuovo impiego sui portali webIl mondo del lavoro – spiega Marco Contemi, fondatore del portale – sta subendo degli stravolgimenti senza precedenti, tra il crollo del settore turismo e ristorazione, il lungo periodo di cassa integrazione e la crisi economica che purtroppo sembra solo all’inizio. Ma analizzando i dati di Applavoro.it  degli ultimi sei mesi, possiamo affermare che gli italiani non si arrendono e continuano a provarci. L’aumento di nuovi iscritti al portale, che supera il +30% a fine giugno, testimonia questa tendenza».   Inoltre tra marzo e aprile i disoccupati che si sono iscritti al portale sono calati del 15%, dato in linea con le statistiche ISTAT che vedono molti lavoratori passare da “disoccupati ad inattivi”.

*ESTATE a CORTE Visioni e incontri, proiezioni e dialoghi con i protagonisti del Cinema Italiano a Napoli, il programma fino al 19 Luglio 2020  e una foto.

Con preghiera di pubblicazione e diffusione. Cogliamo l’occasione per porgere i nostri migliori saluti e ringraziamenti anticipati; con cordialità,

Pietro Pizzimento

Coronavirus. Regimenti (Lega): “Garantire indennizzo di infortunio sul lavoro per Covid-19 anche a medici di base e farmacisti”

“Le compagnie assicurative riconoscano anche a medici di famiglia, infermieri, farmacisti, dentisti, pediatri che hanno un’attività libero-professionale e operano a contatto con il pubblico l’indennizzo di infortunio sul lavoro anche nel caso di contagio o decesso dovuto al Covid-19, al momento considerato solo come malattia. E’ inaccettabile che senza la copertura Inail questi professionisti vengano esclusi da un giusto risarcimento, garantito invece a chi lavora nelle strutture pubbliche”. Lo afferma l’eurodeputata della Lega Luisa Regimenti, che aggiunge: “Nella lotta al Covid-19 gli operatori sanitari sono stati messi sotto pressione dall’emergenza e la risposta è stata lodevole, con turni di lavoro stravolti, tanti malati salvati, un impegno costante, sacrifici, rischi quotidiani. Eroi, sono stati chiamati. Tutto ciò nonostante la mancanza di dispositivi di protezione individuale e di adeguati protocolli di sicurezza”.

“I medici di famiglia, tra l’altro, svolgono un servizio pubblico in convenzione con il Servizio sanitario nazionale – sottolinea Regimenti, che è anche responsabile Sanità nel Lazio per il Carroccio e svolge la professione di medico legale e delle assicurazioni – e hanno rappresentato un filtro essenziale durante la fase virulenta della pandemia. E’ una situazione inaccettabile, alimentata da uno Stato assente e superficiale e da atteggiamenti, diciamo così, poco chiari da parte delle compagnie di assicurazione, con le quali i medici hanno stipulato delle polizze. L’allarme resta alto – continua – come dimostrano i dati diffusi dalla fondazione Gimbe di Bologna, secondo la quale nei mesi di maggio e giugno i contagi tra medici, infermieri e operatori socio sanitari sono stati 7596, ovvero il 26,5% del totale, una percentuale maggiore rispetto a quella del periodo emergenziale, mentre sono saliti a 172 i medici di base e 14 i farmacisti deceduti. Mi auguro – conclude l’europarlamentare – che si riesca a trovare al più presto una soluzione, perché la sanità va protetta, sostenuta e garantita e non possono esserci eroi di serie A e di serie B”.

Nasce a Napoli la prima “Università per la Magistratura”

 

Al via a Settembre il progetto dell’Università Suor Orsola Benincasa già sede del primo corso di laurea magistrale in Giurisprudenza a numero programmato nel Mezzogiorno

 

Giovedì 9 Luglio alle ore 15 in diretta streaming la presentazione con il procuratore nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho e il presidente del Consiglio di Stato Filippo Patroni Griffi

Il Made in Italy anche nelle mascherine

 

In piena emergenza Coronavirus in Italia, due imprenditori lombardi hanno trovato il modo di coniugare la sicurezza delle persone, specialmente dei bambini, la parte più indifesa della Società, con il rilancio del Made in Italy, in un settore che storicamente non è mai stato di notevole interesse, quello delle mascherine. Mascherine pensate per i bambini ma che si prestano ad essere adoperate da genitori, nonni e chiunque voglia indossare un capo allegro e colorato per garantire la sicurezza sua e delle persone che gli stanno accanto. Interamente fatte in Italia, ecologiche, riutilizzabili fino a 100 volte, rispettose dell’ambiente e colorate tassativamente con colori a base d’acqua atossici.

PARTE DI ME

anticipa l’album di inediti di prossima uscita

Il video del brano è online al seguente link

Disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download il singolo d’esordio “PARTE DI ME” del cantautore ADDUCI, che anticipa l’album di inediti di prossima uscita. Il singolo “PARTE DI ME” (Adesiva Discografica) è stato scritto e composto da ADDUCI, con la produzione artistica di Lele Battista e Yuri Beretta. Distribuito da The Orchard                                                 

Dramma di Bagnolo Mella, Alberto Pallotti (presidente A.I.F.V.S. Onlus): “Inconcepibili i domiciliari, criminali vengano destinati subito alla galera

 Dramma di Bagnolo Mella, Alberto Pallotti (presidente A.I.F.V.S. Onlus): “Inconcepibili i domiciliari, criminali vengano destinati subito alla galera”
BRESCIA. “E’ inconcepibile che, nel 2020, un criminale, che investe ed uccide una bambina di 9 anni e si dà vigliaccamente alla fuga, sia destinato ai soli arresti domiciliari. I cavilli della nostra giurisdizione che cozzano con la legge sull’omicidio stradale, per la quale abbiamo arduamente lottato, devono essere eliminati. Gli assassini meritano la galera”. Sono parole rabbiose quelle pronunciate dal presidente dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, Alberto Pallotti, in merito alla tragedia consumatasi a Bagnolo Mella, in provincia di Brescia, nella tarda serata di domenica 5 luglio.
A morire è stata la piccola Menar di 9 anni, travolta da un Suv, Chevrolet Orlando, di colore grigi. La vettura l’ha colpita in pieno, facendola sbalzare per diversi metri. Il conducente non si è fermato a prestare soccorso. La bambina stringeva con una mano la madre, lievemente ferita, e con l’altra spingeva la sua bicicletta. Il dramma si è consumato sotto agli occhi impotenti del padre e dei due fratellini, rimasti illesi. Il ritorno da una serata al parco è divenuto una tragedia per la famiglia di origini marocchine. Gli inquirenti non erano riusciti a risalire alla targa del veicolo, nonostante le riprese delle telecamere di sicurezza. L’automobilista si è costituito in procura, a Brescia, nella giornata di lunedì 6 luglio ed è stato interrogato dal pubblico ministero Maria Cristina Bonomo. L’accusa è di omicidio stradale aggravato dall’omissione di soccorso.
Le domande che si pone Alberto Pallotti lasciano poco spazio ad interpretazione: “Cosa dobbiamo fare per vedere degli assassini in carcere? Che giustizia può essere questa? A criminali di questo tipo non può essere concesso il beneficio dei domiciliari. Una bambina di 9 anni è all’obitorio, lui a casa. Il carcere non deve essere un tipo di interpretazione, ma l’unica strada da imboccare con pieno consenso giuridico. La legge va rivista. Alla famiglia va tutta la nostra vicinanza – conclude -, chiediamo venga fatta giustizia”.Contenuto Principale

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.