Nola (Na) – E’ pronto a dare battaglia Gaetano Minieri, sindaco di Nola. Dopo aver appreso la notizia che la Regione Campania, diretta dal presidente De Luca, sta progettando di trasformare l’ospedale “Santa Maria della Pietà” in Covid Center, ha deciso di opporsi alla decisione che potrebbe portare a conseguenze gravi, ovverosia non garantire l’assistenza sanitaria ad una vasta utenza che si avvale dell’operato dei medici e di professionisti dell’ospedale.

Nonostante l’emergenza Covid-19 a Nola sia preoccupante, le autorità cittadine sanno che non è possibile una conversione totale di “Santa Maria della Pietà”. Sono 500mila, infatti, i pazienti che si rivolgono alla struttura ospedaliera. Nel caso in cui “Santa Maria della Pietà” dovesse diventare un Covid Center, inevitabilmente questo porterebbe, se non ad uno stop, quantomeno ad un rallentamento dei vari reparti dell’ospedale.

Il consiglio comunale è diviso: la sinistra fedele a De Luca, composta Massimiliano Manfredi (Pd), Giuseppe Sommese (Campania Popolare), Francesco Iovino (Italia Viva), Felice Di Maiolo (Fare Democratico), appoggia la decisione della Regione, ma la maggioranza di centrodestra è intenzionata ad andare fino in fondo per evitare la conversione della struttura ospedaliera.

Proprio per questo, mentre si attende l’evoluzione della vicenda, il sindaco ha deciso di condividere le proprie preoccupazioni tramite il suo profilo Facebook:

“Cari Amici, come ben sapete in questi giorni più di una volta il Pronto Soccorso dell’ospedale di Nola, il ‘Santa Maria della Pietà’ è stato temporaneamente chiuso a causa di casi Covid. Purtroppo, vista la curva epidemiologica in forte aumento su tutto il territorio regionale, è vera la notizia che vorrebbero trasformare il nostro presidio ospedaliero in ‘Covid Hospital’. Questo significherebbe la fine per l’intera area con la paralisi di tutti i reparti che, di fatto, subirebbero uno stop pericolosissimo per l’utenza che, voglio ricordare, è vastissima (circa 500.000 abitanti).

IO NON CI STO. Mi opporrò, come vi assicuro sto già facendo, ad ogni tentativo. Anzi, già nelle prossime ore istituirò un tavolo con tutti i sindaci dell’area e ne approfitto per rivolgere un accorato appello a tutti i consiglieri regionali neo eletti di questo territorio affinché prendano decisioni ad horas di tutela e protezione.

Sono pronto a qualsiasi azione di protesta, se necessario, il ‘Santa Maria della Pietà’ non si tocca.

Gaetano Minieri

 

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com