Quotidiano di informazione campano

Nola – Seminario Vescovile – Premio letterario “ Il Candelaio” IV edizione -Circolo Culturale Passepartout: la cerimonia di premiazione.

Nola – Si è tenuto, nella sede del Seminario Vescovile, il Premio letterario “ Il Candelaio” IV edizione.  L’iniziativa si deve al Circolo Culturale Passepartout e all’impegno amministrativo e organizzativo di Rosa Barone. Il premio letterario “Il Candelaio” è promosso e organizzato dal circolo culturale è riservato agli alunni delle scuole superiori; è stato ribadito, all’inizio della manifestazione, le finalità delle scuole e l’importanza delle case editrici. Sono intervenuti, oltre al Sindaco di Nola Geremia Biancardi, il Rettore dell’Università di Napoli. Inoltre, premiato uno dei più famosi registi italiani Alessandro D’Alatri. L’elenco completo dei premiati: Franco Di Mare, Giornalista; Francesco Giorgino, giornalista tg1, premiato per il suo libro, Giornalismo e società; Francesco Caringella; Magistrato, Federico Zampaglione dei Tiromancino, Giacomo Censini, Regista; Lorenzo Marone, Scrittore; Francesco Sole, Scrittore e poeta del Web; Gino Rivieccio, Attore; Consolata Maria Franco, Scrittrice, docente nel carcere minorile di Nidisa, eletta tra i cinque professori migliori d’Italia. L’elenco prosegue con Marco Grassi, Art manager; Peppe Avolio, vignettista; Claudia Mercurio, conduttrice televisiva e infine il premio nolanità a Feliciano e Nicola  Natalizio. La direzione letteraria del premio è stata affidata a Cinzia Tani, nota scrittrice, giornalista Rai. La serata è stata allietata da momenti musicali; a presentare la manifestazione è stata Autilia Napolitano, giornalista. Tutti i premiati hanno ricevuto un trofeo, una sorta di disco circolare con dei segni, delle incisioni che ricordano il personaggio storico di Giordano Bruno al quale è dedicato il premio, in sua memoria. Non a caso il premio s’intitola “ Il Candelaio”; un nome ispirato da una celebre opera di Giordano Bruno. Per la precisione “Il Candelaio” è una commedia teatrale, in ben cinque atti,  del filosofo nolano  pubblicata dall’editore Guglelmo Giuliano a Parigi nel 1582. Per meglio rimarcare il concetto vi è stata una piccola recita teatrale, una performance, per opera di giovani alunni, riguardante il personaggio di Giordano Bruno. Una premiazione che si è interposta tra giornalismo e musica: dal teatro al tema della giustizia e dello sport.  Un importante riconoscimento, questa sorta di disco circolare consegnato ai premiati, raffigurante un’effige del filosofo nolano Giordano Bruno che è stata realizzata in bronzo dalla fonderia Del Giudice di Nola.  “Un appuntamento importante che fa scuola nella scuola e che rende protagonisti i giovani” spiega Rosa Barone, referente letteraria del premio Candelaio. Un festival della cultura che accompagna le platee scolastiche nel corso dell’intero anno.

A.R.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.