Quotidiano di informazione campano

Nola – Teatro Umberto – Va in scena “ Signori in carrozza da Londra a Bombay con la valigia delle Indie”.

TEATRO -ANTONIO ROMANO PER RADIO PIAZZA NEWS

0

Nola – Secondo appuntamento, secondo il cartellone gestito dal Teatro Pubblico Campano.  È il turno di “ Signori in carrozza da Londra a Bombay con la valigia delle Indie”, di Andrj Longo per la regia di Paolo Sassanelli. Ripetuti consensi da parte del pubblico. L’autore è uno scrittore che ha avuto diversi riconoscimenti: Il nome Andrej gli è stato dato, come omaggio a “Guerra e pace di Lev Tolstoj. La tram è sì brevemente raccontata, come si legge in una presentazione: “ siamo nel dopoguerra, fine anni ‘40  e inizi ’50. Un gruppo di attori meridionali viene a conoscenza del ripristino delle linea ferroviaria denominata “la valigia delle Indie” (India – Mali) attiva tra il 1870 3 il 1914 che dalla Gran Bretagna attraversò Francia Italia  giungeva a Brindisi dopo 42 h e 30’, la i passeggeri si imbarcavano su un piroscafo postale inglese, diretto a Porto Said e,  dopo 7 giorno di viaggio, approdavano a Bombay.  La notizia è che su questo treno e sul piroscafo i passeggeri sarebbero stati allietati da uno spettacolo di varietà. Si recano a Brindisi per provare lo spettacolo da sottoporre alla compagnia ferroviaria. Grande sorpresa! Incontrano quattro musicisti e una famosa cantante attrice giunti lì con lo stesso scopo. Iniziano le rivalità: ciascuno gruppo sfoggia il suo repertorio  con l’intento di affermare la propria superiorità, ma alla fine comprendono di poter proporre un unico spettacolo”. La scena si svolge in un vecchio teatro, che seppur ridotto in malo stato, non ha perso il suo fascino. Tanto più che sembra che un fantasma si aggira di notte terrorizzando i presenti eventuali. Alla fine, nell’epilogo dello spettacolo, si capirà che è tutta una messa in scena, uno spettacolo nello spettacolo, per non far chiudere definitivamente quel teatro e  far sorgere una zona residenziale. Gli attori sono sorpresi per questo raggiro, tanto più che la linea ferroviaria denominata “la valigia delle Indie” non esiste neanche più! Alla fine gli attori raggiungeranno comunque il loro scopo; quello di lavorare proprio lì in quel teatro nato a vita nuova,  e lo spettacolo deve e può andare avanti! Una trama efficace che si tinge di mistero: uno dei personaggi ha delle premonizioni artistiche che gli vengono dal futuro; ecco che celebri brani vengono proposti sommariamente, senza suscitare consenso di compagni di avventura o di sventura artistica. Uno spettacolo che è iniziato già prima dell’orario solito nella sala d’ingresso del teatro Umberto con un esibizione musicale di alcuni  artisti che da lì a breve sarebbero stati in  scena. Sul palcoscenico alcuni dei protagonisti della vicenda: Giovanni Esposito, Ernesto Lama e Paolo Sassanelli. Inoltre altri attori: Gaia Bassi, Marit Nissen, Ivano Schiavi, Sergio Del Prete. Alla fine dello spettacolo, gli applausi finali ma anche una doverosa citazione di Paolo Sassanelli, a nome di tutta la compagnia,  in ricordo di Luca De Filippo scomparso all’età di 67 anni; la notizia, del grave lutto nel teatro, era giunta, inaspettatamente, in sala.

Antonio Romano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.