Quotidiano di informazione campano

NOLA – ULTIMISSIME DI OGGI DAL MONDO LA GAZZETTA CAMPANA E ANSAPutin-Xi, incontro a Samarcanda. Lo zar all’attacco dell’Occidente

Primo faccia a faccia tra i due leader dopo l'invasione della Russia ai danni dell'Ucraina

Vladimir Putin in Uzbekistan ha incontrato il presidente cinese Xi Jinping per il primo faccia a faccia dall’invasione russa dell’Ucraina e ha incassato la disponibilità ‘a lavorare insieme’ come tra grandi potenze’.

Putin ha sottolineato come i tentativi dell’Occidente di creare un mondo unipolare abbiano assunto forme assolutamente orribili.

Il presidente russo ha detto a quello cinese che comprende “le preoccupazioni della Cina sulla questione ucraina” e che intende “chiarire la posizione russa” a tal proposito.

La Russia è “fermamente impegnata” nel riconoscimento del principio di una sola Cina e condanna “le provocazioni degli Usa a Taiwan”, ha affermato Putin.

Xi Jinping ha apprezzato l’adesione della Russia “al principio della ‘Unica Cina’ e ha sottolineato che “Taiwan fa parte della Cina”, che “si oppone con fermezza alle forze separatiste dell’indipendenza di Taiwan” e alle “interferenze esterne”. Per questo motivo, ha aggiunto Xi incontrando a Samarcanda l’omologo russo Vladimir Putin, “nessun Paese ha il diritto di ergersi a giudice sulla questione di Taiwan”. Il presidente, nel resoconto dei media cinesi, “ha sottolineato che da quest’anno Cina e Russia hanno mantenuto un’efficace comunicazione strategica”.La Cina vuole apportare “stabilità ed energia positiva in un mondo caotico”. Lo ha detto il presidente Xi Jinping, incontrando a Samarcanda la controparte russa Vladimir Putin. In base alle immagini diffuse e relative alle battute iniziali del primo faccia a faccia dall’invasione della Russia ai danni dell’Ucraina, le due delegazioni appaiono abbastanza ridotte. Sono riconoscibili, tra gli altri, i due ministri degli Esteri Wang Yi e Serghei Lavrov.

La Cina è disposta, insieme alla Russia, “a fornire un forte sostegno reciproco su questioni che riguardano i reciproci interessi fondamentali e ad approfondire la cooperazione pratica nel commercio, nell’agricoltura, nella connettività e in altri campi”. Il presidente Xi Jinping ha detto – nel resoconto dei media ufficiali – che le due parti dovrebbero rafforzare coordinamento e cooperazione nei quadri multilaterali (come Sco, Cica e Brics), salvaguardare gli interessi di sicurezza della regione e gli interessi comuni di Paesi in via di sviluppo e mercati emergenti”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.