Quotidiano di informazione campano

Nola “Zona Rossa”,Ieri incontro al comune con l’assessore Cosenza

0

Nola – Un incontro informativo sullaggiornamento del Piano di emergenza per il rischio vulcanico dellArea Vesuviana che coinvolgerà tecnici e Consiglieri Comunali, si E’tenuto ieri alle 19.00  ed è stato promosso dal Sindaco Geremia Biancardi.

Al confronto  ha partecipato lAssessore Regionale ai Lavori Pubblici, alla Protezione Civile ed alla Difesa del territorio Edoardo Cosenza. Lincontro  è propedeutico al Consiglio Comunale che sarà convocato entro la fine del mese per approvare la proposta del Comune di Nola sul perimetro della zona rossa che ricade sul proprio territorio. Abbiamo lavorato per ridurre  i confini del territorio che rientra nella zona rossa dichiara il Sindaco Geremia Biancardi . Grazie ai continui incontri con i rappresentanti del Dipartimento di Protezione Civile siamo riusciti ad evitare che il vincolo fosse esteso allintero territorio, riducendolo fin dove è stato possibile e, soprattutto, considerando prioritaria la tutela e la sicurezza dei  nostri cittadini. In futuro, nel corso della definizione dellassetto urbanistico della città, larea che rientra nei confini della zona rossa sarà privilegiata con interventi che miglioreranno il contesto economico e sociale, come la realizzazione di impianti sportivi e produttivi.

scheda tecnica proposte amministrazione comunale

  • Aggiornamento del Piano di emergenza per il rischio vulcanico dellarea vesuviana

E in atto un aggiornamento del Piano di emergenza per il rischio vulcanico dellarea vesuviana da parte del dipartimento nazionale di protezione civile e della Regione Campania. Ampliato il numero dei Comuni compresi nella zona rossa: che passano da 18 a 25 e tra questi cè, adesso, anche Nola.

 

  • La definizione dei limiti per il comune di Nola

La zona rossa  è stata individuata assumendo come riferimento i confini  amministrativi dellintero territorio comunale, frazioni di Polvica e Piazzolla comprese. Ai Comuni è stata data però la possibilità di proporre, dintesa con la Regione Campania, una definizione dei confini della nuova zona rossa diversa dai limiti amministrativi.

  • Proposta del comune di Nola da approvare entro fine marzo in Consiglio Comunale

LAmministrazione Comunale, dopo una lunga serie di incontri con il dipartimento di Protezione civile, è riuscita a far restringere notevolmente il campo e a far fissare come  limite, ritenuto peraltro invalicabile dai tecnici nazionali, larteria stradale di via XX Settembre a Piazzolla: non più lintera e popolosa frazione di Nola ma soltanto una fetta dellestesissimo territorio. La  proposta dovrà adesso passare per il vaglio dal Consiglio Comunale chiamato a pronunciarsi entro la fine di  marzo.

  • Tutele per le popolazioni comprese nella zona rossa

La  delimitazione delle zona rossa è una misura a tutela delle comunità che  abitano nelle aree considerate a rischio vulcanico. Nei territori che rientrano nella mappa del pericolo si potrà continuare a costruire opifici ed in generale fabbricati non residenziali. I cittadini residenti, in caso di eventuale eruzione del Vesuvio,  avranno piena tutela nei piani di emergenza, soccorsi, residenze alternative e risarcimenti per eventuali danni subiti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.