Quotidiano di informazione campano

NOLA,RICORDO DEL MAESTRO ELEMENTARE

0

Oggi conversare con una persona anziana simpatica, affettuosa e sincera è sempre più difficile, ma quanto capita loccasione è un piacere memorizzare lincontro e trascorrere delle ore insieme per confrontarsi sulle esperienze del vissuto e sulle varie strategie applicate nelle difficoltà. Il solo fatto di essere riuscito a conquistare gli ideali proposti e dedicarsi con il corpo e la mente al miglioramento della società, è stato il primo obiettivo del personaggio che andiamo a presentare. Alletà di 85 anni, una vita spesa amorevolmente al servizio della scuola, dei propri alunni, della famiglia e della società, continua a destare nella mente degli scolari un senso di gratitudine e consapevolezza verso il caro maestro dal comportamento tanto affabile, socievole e disponibile, quanto altre volte e secondo la necessità severo, duttile e puntiglioso. Il Prof. Lanzaro Francesco nato a Nola il 9 Agosto 1929 e residente nella sua tenuta storica della Località Verdischi Via Nola – S. Gennaro, dopo aver conseguito gli studi classici e il concorso per linsegnamento della scuola elementare, nel 1952 inizia la sua carriera da insegnante nella prima sede di titolarità a Brusciano (Scuola Serale) per poi trasferirsi a Saviano al 1° Circolo Didattico dove vi rimane per circa 26 anni. Fiero, orgoglioso ed entusiasta della scelta professionale, si dedica con impegno ed abnegazione, per dare  ai suoi alunni una preparazione globale e una conoscenza concreta su cui fondare il proprio avvenire. Raggiunge, con gli onori a 37 anni di servizio, il giusto traguardo della quiescenza  Lo stimolo  in più nel cammino dellInsegnamento lo ha ricevuto dalla collega e consorte Esposito Giuseppina che da dieci anni gli manca ma gli è stata sempre vicino e insieme hanno intrapreso meravigliosamente il viaggio di coppia e dellIstruzione. Dal loro rapporto coniugale sono nati i due figli Ingegneri: Felice e Giovanni. La Morte della sua cara Giuseppina lo sconvolge e giace amareggiato per un malore celebrale che lha colpito, paralizzandogli mezza persona e semitogliendogli la parola. Ma egli non è solo: il calore, laffetto e lamore della famiglia e degli amici, le continue cure mediche e terapeutiche gli stanno apportando buoni miglioramenti. Noi al caro Maestro elementare, rivolgiamo con tutto il cuore un caloroso saluto e un augurio di un sereno periodo senescente RADIO PIAZZA CAMPANIA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.