Quotidiano di informazione campano

non era stato investito era morto sul cantiere

cronaca campania per radio piazza news

0

 

 

L’imprenditore  rinviato a giudizio che cercò di sviare gli inquirenti In realtà la vittima stava lavorando su un tetto senza misure di protezioneÈ stato rinviato a giudizio dopo il rigetto della richiesta di patteggiare la pena davanti al gup un noto imprenditore, cinquantaseienne titolare della società “Parati e colori Sas”, accusato di violazione delle misure di prevenzione sul lavoro, omissione di soccorso, simulazione di reato e minacce per aver camuffato da incidente stradale l’episodio costato la vita all’imbianchino Pino Russo, 54enne morto a Scafati nel febbraio 2011. Su quel decesso la procura aprì subito un’inchiesta, basata sulla denuncia presentata dall’imprenditore di Scafati, presentatosi in ospedale come il conducente dell’auto che aveva investito Russo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.