Quotidiano di informazione campano

Non vuole il divorzio, perseguita e minaccia di morte la moglie: ai domiciliari

NOLA NEWS

0

NOLA Perseguita e minaccia di morte la moglie da cui si stava separando, viene così sottoposto all’aggravamento della misura restrittiva, finendo agli arresti domiciliari per la sua pericolosità e finisce anche alla sbarra, con decreto di rinvio a giudizio, per essere processato davanti ai giudici del tribunale di Nola. A riportare la notizia è il quotidiano “Roma”.L’udienza è fissata per il prossimo 22 settembre. Nei guai è finito un 32enne di Nola, A. M. accusato di stalking per aver messo in atto una serie di prepotenze culminate in minacce vere e proprie contro la consorte dalla quale era in via di separazione. Per questo motivo era stato allontanato dalla sua casa e non avrebbe potuto né avvicinarsi alla moglie, né infastidirla per telefono. Dopo il primo allontanamento la situazione però è precipitata.L’uomo, difeso dagli avvocati Giuseppina Marotta e Angelo Pignatelli, si trova ora agli arresti domiciliari presso i propri genitori, in quanto ha trasgredito la misura alla quale era stato sottoposto. La signora era costretta a rimanere sempre rinchiusa in casa perché non appena metteva piedi fuori il 32enne le piombava addosso e la pedinava ovunque andasse sempre con modi minacciosi.resizer (2)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.