Quotidiano di informazione campano

Nuova verita’ su Monaco ’72, “atleta israeliano fu evirato”

Notizie dal mondo radio piazza news

0

New York,due dicembre Gli atleti israeliani alle Olimpiadi di Monaco del ’72 furono brutalmente picchiati durante le 20 ore in mano ai fedayyin di Settembre Nero; e uno di loro fu anche castrato, oltre ad essere abusato e lasciato morire dinanzi agli occhi degli altri ostaggi.

I nuovi macabri dettagli del massacro del 5 settembre ’72 arrivano dalla diretta testimonianza al New York Times di due vedove, Ilana Romano ed Ankie Spitzer, che hanno raccontato l’orrore di quelle ore, ma anche gli anni terribili della ricerca della verita’, in un documentario, ‘Munich 1972 e Beyond’, in uscita a gennaio negli Usa. Le due donne appresero i dettagli di quel che era successo ai loro mariti in quelle terribili 20 ore di sequestro solo nel settembre 1992, esattamente 20 anni dopo la tragedia, quando i loro avvocati entrarono in possesso della documentazione sulla strage: solo allora, poterono visionare le foto del massacro e, malgrado fossero rimaste totalmente sconvolte, all’epoca acconsentirono a non parlarne pubblicamente. Secondo l’inchiesta delle autorita’ tedesche, Yossef Romano, sollevatore di pesi, fu aggredito proprio nella fase iniziale dell’assalto, quando’ tento di reagire ai terroristi.
  Poi fu lasciato morire e castrato (non e’ chiaro, se prima o dopo il suo decesso). Gli altri ostaggi, ha raccontato la Spitzer – vedova dell’allenatore di scherma Andre Spitzer – furono picchiati selvaggiamemnte e i loro cadaveri furono ritrovati con le ossa rotte. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.