Quotidiano di informazione campano

OGGI 1 GENNAIO 2018 INCOMINCIA LA CONTA DEI FERITI CON I BOTTI DI STANOTTE

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Intanto un nuovo sequestro di botti illegali a Torino, dove i poliziotti hanno notato un ragazzo di 25 anni uscire da un bar con un sacco nero, all’interno del quale sono stati rinvenuti batterie di tubi monocolpo e sei “cipolle” confezionate artigianalmente, materiale esplodente non classificato e molto pericoloso. Il ragazzo ha riferito agli agenti di aver comprato i botti nel bar. Nella successiva perquisizione del locale, gestito da un 22enne, i poliziotti hanno trovato altro materiale esplodente, comprese cipolle di oltre 130 grammi. Venditore e acquirente sono stati denunciati in stato di libertà.

Si preannuncia un capodanno all’insegna dei fuochi pericolosi anche a a Firenze, dove i finanzieri del comando provinciale  hanno sequestrato nei giorni scorsi 410 kg di materiale pirotecnico rinvenuto in diverse attività commerciali, ubicate tra il distretto industriale fiorentino dell’Osmannoro e Prato, procedendo all’arresto di un imprenditore cinese per detenzione illegale di materiale esplodente e alla denuncia di altri 2 cittadini cinesi per detenzione e vendita abusiva di fuochi d’artificio.

L’attività investigativa ha avuto origine dagli approfondimenti svolti dalle Fiamme Gialle fiorentine nel corso dei servizi di controllo economico del territorio e dall’analisi di alcuni messaggi inviati tra 2 gestori, poi denunciati, di 2 diverse attività commerciali ubicate nell’Osmannoro, e un comune contatto telefonico. I messaggi intercorsi tra la detta utenza e i 2 cittadini cinesi acquirenti, inviati attraverso un’applicazione di messaggistica istantanea, invitavano ad iniziare la trattativa commerciale per l’acquisto, totalmente illecito, dei fuochi d’artificio, anche per il tramite di numerose immagini fotografiche e video. I militari riuscivano quindi a risalire all’intestatario dell’utenza telefonica, ovvero ad un imprenditore di origine cinese di Prato.

L’operazione dei Baschi Verdi del Gruppo Firenze è il risultato dell’intensificazione di appositi servizi di controllo economico-finanziario del territorio di natura preventiva svolti dalla Guardia di Finanza durante il periodo delle festività Natalizie per contrastare possibili fenomeni di commercializzazione abusiva di artifizi pirotecnici e prodotti non sicuri per la salute dei consumatori.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.