Quotidiano di informazione campano

Oggi i funerali di Rita Levi Montalcini

0

Ieri una sobria cerimonia privata. Oggi i funerali aperti al pubblico. Torino, la città che le diede i natali nel 1909, si appresta a rendere l’ultimo saluto a Rita Levi Montalcini. La salma, in una semplice bara in rovere chiaro coperta da un cuscino di rose rosse con ai piedi, un mazzo di crochi violetti inviati dal Sinodo di Firenze, è stata trasferita da Roma al cimitero monumentale del capoluogo piemontese. Nella “Sala commiato” dell’ottocentesco Tempio Crematorio, perché la scienziata premio Nobel non sarà sepolta, ma cremata e le ceneri, racchiuse in un’urna, troveranno posto nella tomba di famiglia.

Alla cerimonia privata hanno partecipato Piera Levi Montalcini, la nipote, i familiari più stretti e gli esponenti della comunità ebraica cittadina a cominciare dal presidente, Beppe Segre. Il rabbino Avraam De Wolf ha letto salmi di Davide e, come vuole la tradizione, ha pronunciato una breve orazione in memoria della senatrice a vita, mettendone in risalto le qualità e sottolineando la gravità della perdita.

“Negli anni in cui lo spirito di vita è qui in noi ringraziamo Dio e godiamo della possibilità di

impiegare i suoi doni per migliorare questo mondo. Tramite la bontà, per mezzo della scienza e della produzione”, è un passaggio dell’orazione del rabbino, che ha ringraziato la Montalcini “per aver santificato il nome di Dio”. “Possa il suo nome – ha concluso – essere annoverato tra coloro che appartengono alla Vita”.

Oggi ci saranno le esequie in forma pubblica. “Il funerale – spiega Piera Levi Montalcini, consigliere comunale a Torino nel gruppo di maggioranza dei Moderati – è un momento di saluto e noi abbiamo voluto permettere a chiunque lo desideri di salutare la zia. In tanti le hanno voluto bene. E’ importante che venga ricordata e che vengano ricordati i suoi insegnamenti. Ma sarebbe bene anche cercare di applicare i suoi insegnamenti. Noi, in futuro, ci impegneremo per favorire tutto questo”.

Si prevede una grande partecipazione e gli interventi degli oratori dovranno essere contenuti. Già ieri non sono mancati alcuni torinesi che, alla spicciolata, si sono avvicinati all’ingresso del ‘monumentale’ per chiedere informazioni. Per il cimitero era giorno di chiusura, ma i cancelli di corso Novara, per il premio Nobel, si sono aperti ugualmente. La cremazione dovrebbe aver luogo giovedì. La pratica non è contemplata dalle tradizioni ebraiche “ma questa – spiegano alla Comunità – è stata la precisa volontà dei Levi Montalcini e noi la rispettiamo”. Di famiglia ebrea sefardita, la scienziata non era osservante. Si professava agnostica e la sua ‘religione’ era la scienza.

Quanto al testamento, “non so se c’è – spiega sorridendo la nipote Piera ai giornalisti – e non sono certo io che debbo andare a cercarlo. Se c’è, si farà vivo il notaio”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.