Quotidiano di informazione campano

Oggi sabato la rubrica medica a cura di Tony “MICROCITEMIA”

Per la tua salute leggi e ascolta,prevenire meglio che curare

0

Anche detta talassemia, l’anemia mediterranea è una grave malattia genetica che nella forma più grave prevede continue trasfusioni di sangue. Vediamo i sintomi e le cure

mediterranea, o talassemia, è una grave malattia ereditaria che colpisce il sangue, diffusa soprattutto in alcuni zone del Mediterraneo tra cui Sardegna e Sicilia.

In questi territori, infatti, prima delle bonifiche erano presenti vaste zone acquitrinose dove proliferava la zanzara anofoele, portatrice della malaria.

I soggetti portatori sani del gene difettoso della talassemia, dal momento che presentavano gloubuli rossi molto più piccoli degli altri, erano più resistenti all’azione infettiva dell’anofele, per questo motivo, in aree isolate, per effetto della legge darwiniana della selezione naturale, hanno finito per diffondere proprio la malattia di cui erani portatori. Parliamo dell’anemia mediterranea, o beta-talassemia, di cui soffrono circa 7mila persone in Italia, e che distinguiamo nella sua forma maior, molto grave, e in quella minor, pressoché asintomatica.

Proprio i portatori di talassemia minor, detti per l’appunto portatori “sani”, unendosi con persone a loro volta portatrici del gene difettoso, possono concepire figli affetti da beta-talassemia maior (25% delle probabilità). Come si manifesta l’anemia mediterranea? I soggetti affetti dalla froma grave, che non è curabile, purtroppo devono sottoporsi ogni mese ad una trasfusione completa del sangue, e ad una somministrazione di farmaci ferro-chelanti che devono abbassare i livelli di ferro (sideremia) del sangue, per non rischiare di avvelenare l’organismo.

Il difetto genetico dell’anemia mediterranea colpisce l’emoglobina, la principale proteina del sangue, responsabile anche della colorazione rossa del nostro fluido più importante, avente la funzione di trasportare l’ossigeno agli organi e ai tessuti del corpo. A causa della malattia, il midollo osseo non produce emoglobina, o ne produce troppo poca, il che porta ad una distruzione, alla morte, dei globuli rossi, e quindi, se non si rinnova costantemente il sangue con trasfusioni, anche alla morteprecoce del talassemico nei casi più severi.

I sintomi della malattia sono presenti solo nei soggetti con i geni di entrambi i genitori difettosi, e si possono manifestare sia subito dopo la nascita, che nei primi anni di vita. Tra essi segnaliamo:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.