Quotidiano di informazione campano

OGGI VENERDÌ SANTO: A VISCIANO LA PASSIO CHRISTI E LA PROCESSIONE DEL CRISTO MORTO.

Oggi è il giorno della contemplazione, è il VENERDÌ SANTO in cui la Chiesa e il cristianesimo ricordano la Passione e la Morte di Gesù crocifisso sul Golgota a Gerusalemme e, lì sepolto,  dopo tre giorni risorse e  Ascese al Celo. Per ricordare questo mistero, la Cittadella della Carità rappresenterà alcuni avvenimenti  dalla Passione di Cristo con scene elaborate in varie parti del paese, contando  sulla partecipazione di circa 300 attori e figuranti. L’ente organizzatore sarà l’Associazione ‘BATTENTI’ Maria SS CONSOLATRICE del CARPINELLO per la regia di Luigi Santorelli che interpeterà  il Nazareno. Voce fuori capo e narratore Padre Domenico La Manna, Parroco e Settore del Santuario. Le scene si terranno maggiormente in piazzetta D’Elia dove sarà rappresentata l’Ultima Cena e Lavanda dei piedi. Nella Casa Paterna di Padre Arturo, l’Orto degli Ulivi, il Getsemani e il bacio di Giuda Iscariota. In piazzetta Sacramento, ossia, al Monumento dei Caduti, il Processo  nella Casa di Caifa e in Piazza Lancellotti quello di Ponzio Pilato . Qui vedremo la scena della Flagellazione, l’Incoronazione di Spine e la liberazione di Barabba.
All’imbrunire, nel Palco del Campanile, dopo le tre Cadute sotto la Croce lungo il Corso del CARPINE, avverrà la Crocifissione con l due ladroni e la morte in Croce. Successivamente ci sarà la deposizione con la scena della PIETÀ con protagonista Maria Vergine, Maria di Cleofa e il discepolo prediletto Giovanni.
Terminata la sacra rappresentazione sia in Parrocchia che al Santuario, vi sarà la liturgia del Venerdì Santo con l’Adorazione della Croce e, dopo il rientro in Santuario alle ore 20:00, si terrà la processione del CRISTO MORTO con la Vergine ADDOLORATA. Come sempre, macchina organizzativa per assistenza, sicurezza e viabilità a cura dell’ATAPC Protezione Civile i cui operatori e volontari sono coordinati da Gioacchino IOVINO, Vigili Urbani diretti dal comandante Amato Falco nonchè i carabinieri della locale stazione di via Camaldoli.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.