Quotidiano di informazione campano

OGGI,(giovedì 21 marzo) la 18^ “Festa Nazionale per la Liberazione del Merlo Maschio”: l’originale kermesse che tratta i temi della libertà e della pace attraverso il linguaggio universale

0

 

<?xml:namespace prefix = o ns = “urn:schemas-microsoft-com:office:office” />

 

SAVIANO OGGI diciottesima edizione della Festa del Merlo presso Palazzo Allocca dalle ore 19.00. Loriginale kermesse è dedicata a scienziati, artisti, poeti, che operano per la libertà. Promossa dallassociazione nazionale per la liberazione del merlo maschio con il Comune di Saviano, la festa, il cui culmine è rappresentato dallapertura della gabbia con la liberazione del merlo maschio, quello col becco giallo e piume nere e dotato di un canto melodioso, altro non è che una metafora che inneggia a tutte le forme di libertà e si gemella con un luogo in cui si  registrano oppressioni. Questanno omaggio alla cultura del Tibet. Lazione si aprirà con una introduzione di Ettore Massa (Buddismo Napoli) e una lettura di Ettore Nigro (Asylum Anteatro ai Vergini) e proseguirà con la presentazione dei preziosi libri del merlo, collana da collezione, con testi dei poeti Francesco Filia, Gianni Fontana, Stefania Scateni, Antonio Vitolo abbinati con gli artisti Pasquale Coppola, Gabriele Marino, Rosella Restante, Lello Esposito. In programma la videoperformance Griecale, di Errico Grieco, piece teatrale di Giuseppe Sapio, rock anni 50 del gruppo Lords, mentre il DJ Bondage presenta “merlo e che merlo”. Poi le ceramiche raku prodotte estemporaneamente dal pubblico ed infornate da Filippo Felaco. Il momento della gastronomia è curato dalla Rosa blu, coi caratteristici merlottini all’uvetta. Anche questanno sarà presente una delegazione di guru dell Istituto di Patafisica Partenopeo (Vittorio Avella, Dario Giugliano, Mimmo Grasso, Raffaele Rizzo) e operatori culturali flegrei tra i quali Davide Carnevale, Enzo Gaito, Franco Lillini. Laffiche di questa edizione è stata creata da Perino & Vele. Contributi artistici di Melania Acanfora, Sabato Angiero, Raffaele Avella, Vitaliano Spiezia e Giacomo Savio presentano un lavoro a quattro mani ” gabbie quasi aperte”, Alfonso Caliendo, Domenico Mennillo, Giacomo Savio, Veronica Vecchione. Ingresso libero.

 

                                             Ufficio Stampa

                                            Nello Fontanella

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.