Quotidiano di informazione campano

ORRORE IN GARACE: STRANGOLA SUA MOGLIE,LA CARICA IN AUTO E LE DA FUOCO. LA DONNA RINVIENE E DA’ L’ALLARME

0

Una storia orribile finita come un film dellorrore al termine di mesi di litigi. Lui è convinto di essere riuscito ad uccidere la sua donna soffocandola nel garage di casa, la carica nella sua auto e mette in scena un incidente, dando fuoco alla vettura. Durante il rogo, però, la donna riprende i sensi e fa scattare l’allarme. I carabinieri che piombano sul posto fermano un 35enne, A.L., di Spineda di Riese Pio X (Treviso) che però respinge ogni accisa. La donna, sua moglie, una 31enne originaria di Salerno, viene ricoverata al centro grandi ustioni dell’ospedale di Padova
Si tratta di tentato omicidio, secondo laccusa e la ricostruzione dei carabinieri. Un episodio di violenza inaudita cheIl marito l’avrebbe attesa nel garage e forse nel corso di un diverbio l’avrebbe aggredita tentando di strangolarla. La moglie ha perso i sensi e l’uomo si è convinto di averla uccisa. L’ha quindi caricata nell’auto facendola sbattere contro un traliccio. Una volta sceso avrebbe inscenato l’incidente e dato fuoco all’auto usando della benzina.
Luomo sostiene di non avere in alcun modo aggredito la moglie e di non avere avere alcuna responsabilità nell’incidente stradale. Gli investigatori risentiranno la donna appena le sue condizioni lo renderanno possibile.

18/01/2013  risale allalba di questa mattina, quando la donna ha fatto ritorno a casa dopo una cena di lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.