Quotidiano di informazione campano

  OTTAVIO BUONOMO – L’ATTORE DEL PUBBLICO PRESENTA “IL TEATRO DI OTTAVIO”

In programmazione tanti spettacoli, dalla commedia al musical e tre laboratori teatrali

0

Ottavio Buonomo, attore completo, cantante e macchiettista, compositore originale, regista che predilige la commedia musicale e il varietà, allievo del grande Enrico Montesano che ha affiancato in due tour e in diverse produzioni, personaggio poliedrico ed amato che è cresciuto ascoltando la Napoli dei poeti e delle “influenze americane” degli anni Cinquanta, una vita tra una paglietta e una bombetta, tra un film di Totò ed una musicassetta di Nino Taranto, tra un programma televisivo ed un grande evento. Ma Ottavio è soprattutto un ragazzo umile che con sincerità ama l’arte, ama il Teatro e si definisce con un sorriso “Attore del pubblico”, perché è il pubblico che decide i suoi spettacoli, che decide per quanti anni ancora potrà stare su un palco. Dice con il suo inconfondibile accento e quella voce così particolare: “Fino a che il pubblico vuole io sono qui, amando e rispettando quelle persone che, nonostante tutto, preferiscono una sera in teatro”.

E questo amore grande per il Teatro ha indotto Ottavio a fondare nell’aprile di quest’anno una associazione teatrale che porta il suo nome e che ha già in programmazione diversi spettacoli ed eventi per il nuovo anno artistico. Lo stesso Ottavio presenta la nuova realtà e le prime attività in fase di realizzazione:

“In primis, voglio dire che IL TEATRO DI OTTAVIO non è solo di Ottavio. Ho deciso di mettere il mio nome per portare avanti la mia idea di Teatro. Porta il mio nome perché Ottavio e il suo teatro dovranno andare oltre Ottavio Buonomo. Cioè l’Associazione dovrà portare avanti un progetto anche quando non avrò voglia di salire su un palco, non ne sentirò la necessità. Per ora no… ma un giorno potrebbe capitare. Ma un giorno abbastanza lontano, per ora voglio divertirmi e godere dell’affetto del pubblico, delle ore di prove con i tanti bravi attori che condividono con me un percorso assai difficile ma straordinario e fantastico, un tentativo di cambiare la società partendo appunto dallo spettacolo che è comunque una fotografia di quanto viviamo e di come viviamo. L’evoluzione e il progresso non ci hanno portato i benefici sperati, o meglio non avevamo e non abbiamo ancora la capacità intellettuale, fisica e logica di accogliere “il nuovo”. Ecco perché oggi si pensa agli “anni passati” con nostalgia e con un velo di malinconia. Lo spettacolo potrebbe dare la speranza del futuro, potrebbe proiettare le persone alla costruzione, ad una crescita vera, valutando che da ciò che è stato si può solo imparare per poter poi costruire una nuova era di forze naturali, di eccellenze, di talenti, di grandi opere e di arte allo stato puro.

Con IL TEATRO DI OTTAVIO presenterò il 17 ottobre 2015 al Teatro Italia di Acerra (Na) “La congiura di condominio”, una commedia in due atti di Pasquale Forni e sarà una prima assoluta, mentre sempre al Teatro Italia il 5 marzo 2016 ci sarà un ritorno, infatti porterò in scena “Il fiore nascosto e la lumaca sul cappotto”, una commedia musicale che ho scritto nel 2010 che presenterò con un nuovo cast di bravissimi attori, cantanti e ballerini provenienti da tutta Italia, molti dei quali sono stati selezionati ai provini realizzati qualche mese fa proprio ad Acerra. Nel cast con me avrò anche due “signori”, due “campioni” del Teatro e del Cinema Italiano come Rosaria De Cicco e Corrado Taranto, con quest’ultimo realizzeremo anche altri eventi insieme a partire dal settembre 2015. C’è da dire inoltre che IL TEATRO DI OTTAVIO collaborerà con vari teatri ed associazioni presenti da anni sul territorio nazionale, porteremo le nostre produzioni al Teatro Palcoscenico di Napoli, al Teatro Scarpetta di Casoria e a novembre sarò al Teatro Aldo Fabrizi di Morlupo (Roma). con “Cento di questi giorni… ma non mettiamo limiti alla provvidenza”, un nuovo one man show. Ma presto sulle pagine dell’Associazione vedrete tutti gli eventi. Noi ci siamo, aspettiamo il pubblico. Io ho detto agli attori che venivano un sacco di persone… faciteme mantenè ‘a parola!”.

IL TEATRO DI OTTAVIO offrirà inoltre tre laboratori teatrali diretti da Otatvio Buonomo con doppio spettacoli finale, uno presso il TEATRO ITALIA di Acerra (dal 28 settembre), uno presso il TEATRO PALCOSCENICO di Napoli (unitamente ad un coso di canto diretto da Maria Aprile da ottobre 2015) e un altro a Casalnuovo di Napoli da novembre 2015. Tante iniziative per una nuova realtà che solo un artista bravo, preparato, umile e disponibile come Ottavio poteva realizzare, più per gli altri (artisti e pubblico) che per sé stesso e per la sua già importante carriera.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.