Quotidiano di informazione campano

Padoan scrive a Ue: ci sostenga Nostre riforme senza precedenti

Radio piazza news

0

Roma, 22 nov. – “Sono fiducioso che lo sforzo di riforma senza precedenti attualmente intrapreso dall’Italia sara’ sostenuto con chiarezza dalle istituzioni europee”. E’ quanto scrive il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan in una lettera inviata al commissario europeo per gli Affari economici e monetari, Pierre Moscovici, e quello all’Euro e al Dialogo sociale, Valdis Dombroviskis. “Il governo e’ determinato nel portare avanti l’intera agenda”, aggiunge Padoan, “sono convinto che un’applicazione di successo della strategia sara’ benefica sia per l’Italia che per tutta l’economia europea”. Padoan scrive che “Il Governo italiano e’ fermamente impegnato ad affrontare le radicate debolezze strutturali dell’economia ed e’ attualmente intento nell’applicazione di un’agenda di riforme vasta e di ampio respiro allo scopo di dare al Paese l’organizzazione istituzionale e le regole e gli incentivi piu’ appropriati per stimolare la crescita, la competitivita’ e l’occupazione”. Il debito pubblico italiano e’ “secondo tutti gli indicatori chiave di lungo termine, piu’ sostenibile di quelli della maggior parte dei paesi della Ue dal momento che le vulnerabilita’ derivanti dall’invecchiamento della popolazione sono state affrontate con una riforma delle pensioni di largo respiro e con stretti controlli sulla spesa sanitaria” scrive il ministro.

  Le dinamiche del debito pubblico italiano, rileva Padoan, restano “influenzate negativamente da una crescita nominale molto debole e altri fattori rilevanti indipendenti dalla politica fiscale nazionale”, quali “il contributo ai programmi di stabilita’ finanziaria dell’Eurozona, il pagamento degli interessi sul debito e la crescita nominale negativa del Pil”.
Secondo Padoan “Ridurre il fardello del debito pubblico e liberare risorse per usi piu’ produttivi e’ decisamente essenziale per un ritmo di crescita bilanciato e ragionevole”, ha aggiunto il ministro, sottolineando come “il consolidamento fiscale abbia gia’ raggiunto risultati impressionanti” e come “la sostenibilita’ fiscale resti un pilastro chiave dell’agenda di riforme” del governo.
Attraverso l’aumento dell’occupazione, il Jobs Act “aumentera’ la sostenibilita’ di lungo termine del sistema pensionistico” che e’ “gia’ uno dei piu’ solidi grazie alle riforme passate”. Il provvedimento, ha aggiunto Padoan, “consentira’ una risposta piu’ rapida nell’aggiustamento della produzione ai cambiamenti ciclici e strutturali, con effetti benefici sugli investimenti e la partecipazione al mercato del lavoro”.
Il ricavato del programma di privatizzazioni del governo sara’ pari allo 0,7% del Pil tra il 2015 e il 2017 e “sara’ interamente destinato alla riduzione del debito”.Radio piazza news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.