Quotidiano di informazione campano

Palma Campania – La grande festa del cinema Festival Napoli Cultural Classic -Vince il primo premio il cortometraggio “ La smorfia “ con l’interpretazione di Gianfelice Imparato

RADIO PIAZZA EVENTI

0

Palma Campania La serata dedicata al Short cinema d’autore e indipendente della XVI edizione del festival Napoli Cultural Classic. “Il cinema dei giovani talenti”. Questo in sintesi, quanto proposto a Palma Campania nel cortile interno del Palazzo Ducale d’Aragona antico edificio del 400, storica residenza della famiglia Carafa. “Quando si da un premio all’arte del cinema, è indubbio, si fa sempre cosa pregevole alla cultura di una civiltà. Diverso il discorso, di quando si da un premio al cinema e ai giovani, allora è il merito è maggiore e assume una diversa valenza”. È il significato, il pensiero, emerso da un comunicato. Spettacolo serale introdotto dall’attore Andrea Fiorillo con Terry Paternoster, Luigi Iacuzio, Ciro Torlo, Graziano Scarabicchi, Roberto Oliveri, Carlo Cutolo, con la direzione artistica di Massimo Andrei. Quest’ultimo ha  rivestito anche il rilevante ruolo di Presidente di giuria. La serata si deve anche all’Assessorato alla Cultura di Palma Campania nella persona di Elvira Franzese e al Sindaco di Palma Cmpania, Vincenzo Carbone. Il cortometraggio è, senza dubbio,  una formula breve e condensata di un racconto cinematografico. Il fatto che sia breve nella sua formulazione non significa affatto che nella sua elaborazione, sia di ideazione semplice.  In altri termini il cortometraggio non è meno impegnativo o meno programmato. Le qualità tipiche del linguaggio cinematografico sono tutte presenti, e fanno la loro parte. È un modo di far cinema con una diversa  frase rituale che è, per di più si dispone,  verso i giovani che si avvicinano a queste  tematiche. Temi e storie che prima, nei tempi andati, stentavano a emergere; ora non più con l’uso di nuovi media che non sono più tutto quello che si rifaceva alla tradizionale pellicola.  Al giorno d’oggi è indubbio che  nuovi dispositivi che vanno dalla telecamera sofisticata allo smartphone incidano profondamente, rapidamente nella fase realizzativa. La valutazione di decine di cortometraggi e il confrontandoli, fa sì che si pratica un identificazione attenta di nuovi, attuali e talora geniali linguaggi narrativi. “Durante la serata sono stati consegnati due premi speciali: uno dal Comune di Palma Campania per il miglior corto sociale in memoria di Vincenzo Russo, grande personaggio, eroe palmese del passato – ha dichiarato l’assessore Franzese –  e un altro premio è stato  assegnato dalla Fonazione Sicar Caritas di Nola – ha poi aggiunto il presidente onorario Don Lino D’Onofrio – il Comune attraverso il suo primo cittadino premierà  i migliori  corti selezionati da una giuria di qualità con una borsa di studio costituita da Gea Martire, Giuseppe Gallo, Carmine Ardolino, Gabriella Maiello, Antonio Martino, Antonio Elalfie, Michele Santella. Premio speciale alla carriera al gruppo musicale Almamegretta. In qualità di Ospite d’onore sono stati invitati il tenore Christian Moschettino e l’attrice Marianna Mercurio. Queste le nomination dei premi ai cortometraggi, che sono stati  assegnati al Palazzo Ducale D’Aragona: Migliore attore protagonista 1) “La moglie del custode”  – Giorgio Colangeli,  2) “La smorfia” – Gianfelice Imparato,  3) “Senza parole” – Elio D’Alessandro – Migliore attrice protagonista 1) “Helena” – Sandra Ceccarelli, 2) “La moglie del custode” – Lucia Sardo, 3) “Domani smetto” – Monica Dugo, – Migliore attore non protagonista – 1) “Gemma di maggio” – Franco Nero – 2) “Le stravaganze del Conte” – Enzo Attanasio- 3) “La macchina americana” – Ernesto Mahieux – Migliore attrice non protagonista – 1) “La macchina americana”  – Marina Confalone – 2) “Senza Parole” – Nina Torresi – 3) “Con il bene di sempre” – Nunzia Schiano- Migliore sceneggiatura – 1) “Helena”  – Paolo e Alessandro Logli – 2) “La smorfia”  – Pietro Alvino Di Pasquale ed Emanuele Palamara – 3)” La macchina americana” – Alessandro Spada – Migliore fotografia – 1) “Gemma di maggio”  – Daniele Trani – 2) “La macchina americana”  – Flavio Toffoli – 3) “La smorfia”  – Marcello Montarsi  – Migliore musica – 1) “Con il bene di sempre”  –  Sal Da Vinci, 2) “La moglie del custode” –  Emiliano Palmieri – 3)” La smorfia”– Enrico Melozzi. Migliore regia –1) “Helena”  – Nicola Sorcinelli -2) “La moglie del custode”  –  Mario Parruccini – 3) “La smorfia”  – Emanuele Palamara – 4) “Senza parole”  –  Edoardo Palma- Migliore montaggio,1) “La macchina americana” – Alessandro Spada e Matteo Mossi – 2) “La moglie del custode” – Mario Parruccini e Rosa Santoro – 3) “Out of Reach” – Erik Parys 4) “Senza parole” – Francesco Di Stefano- Migliore cortometraggio – 1) “Helena”  –  Nicola Sorcinelli – 2) “La smorfia” – Daniele Barbato ed Emanuele Palamara  – 3) “ Senza parole “- Edoardo Palma 4) “La macchina americana” – G – Migliore  costume – 1) “Gemma di maggio”  – Cynthia Vanrell – 2) “Helena” – Sara Pasini – 3) “Le stravaganze del Conte” – Annalisa Ciaramella- 4) “Senza parole” – Beatrice Giannini – Migliore scenografia- 1) “Helena”  – Lorenzo Trucco e Marco Fieni -2) “Senza parole” – Cinzia Iademarco, 3) “La macchina americana” –  Alessandro Consoli.

A.R.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.