Quotidiano di informazione campano

Palma Campania  e  il labirinto del lavoro nero. Scoperti 11 opifici  coinvolti in attività clandestine e sfruttamento di lavoro nero!

0

Il lavoro nero continua ad essere al centro delle questioni  di maggiore rilievo nella Regione  Campania , come una continua cantilena che ormai è nella memoria di tutti . Una brutta reputazione ottenuta in poco tempo e che rende la Campania oggetto di offese e discredito .

Ancora una volta , al centro  delle accuse , è  Palma Campania , adesso  coinvolta nel blitz dei finanzieri di Torre Annunziata , contro il lavoro nero e lo sfruttamento dei cittadini del Bangladesh. Hanno eseguito mirati controlli ad 11 opifici, all’interno dei quali è stata rilevata la presenza di 245 lavoratori, in prevalenza manodopera extracomunitaria .Sono stai scoperti 107 lavoratori in nero provenienti dal Bangladesh, di cui 31 senza permesso di soggiorno. L’accusa è rivolta alle sartorie  situate nella zona industriale di Palma Campania , in condizioni non conformi all’igiene ed alla sicurezza sul lavoro , nonché per l’impiego di manodopera clandestina.

Non è la prima volta che Palma Campania si trova ad affrontare questioni del genere , infatti sono stati molti i casi di lavoro nero e sfruttamento dei cittadini bengalesi, che praticamente si sono stabiliti nella cittadina stimando  un numero di abitanti sproporzionato.  Ricordiamo un recente avvenimento che vide   un 33enne del Bangladesh residente a Palma Campania, titolare di un opificio tessile in via Macello , responsabile di aver dato occupazione a 2 suoi connazionali non in regola con le norme sull’ immigrazione e perché la ditta era sprovvista dei requisiti di salubrità e sicurezza previsti per i luoghi di lavoro.

L’attività di servizio svolta dalla guardia di finanza sul territorio, continua incessantemente  senza fermarsi.  C’è un forte bisogno di ripristino del territorio e l’urgenza è quella di  risolvere definitivamente  queste continue irregolarità  che vanno a discapito anche degli onesti lavoratori che rispettano le condizioni e le regole del mercato

Esposito Maria Carolina

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.