Quotidiano di informazione campano

Pap!: NON C’È VITTORIA SENZA PARTECIPAZIONE.

UN COMMENTO A CALDO SULLE ELEZIONI SUPPLETIVE A NAPOLI.

Potere al Popolo ha preso il 2,58%. Potremmo raccontarvi che siamo contenti, perché era la seconda prova del movimento politico più giovane d’Italia, perché in termini percentuali siamo cresciuti rispetto a due anni fa, quando sullo stesso collegio prendemmo il 2,28%. Un’impresa notevole visto che ora, rispetto a due anni fa, non avevamo con noi partiti della sinistra come PCI, PRC, o pezzi di centri sociali e civici, che – dopo aver detto per anni che volevano costruire la sinistra autonoma dal PD – sono per lo più saltati sul candidato del PD, di Sinistra Italiana, dei Verdi, di Italia Viva… Un’impresa notevole visto che il centrosinistra ha schierato uno dei giornalisti più famosi d’Italia, che ha goduto di una totale copertura mediatica, della sponsorizzazione delle Sardine, di una giunta e di un consiglio comunale che governano da dieci anni e che per un mese hanno lavorato solo su questa elezione, con il terzo settore, il tessuto associativo, tutto il mondo della cultura che vive di prebende pubbliche, che si sono arruolati nella campagna per Ruotolo…

Ma noi siamo persone oneste intellettualmente e sappiamo che con un’affluenza del 9,52% nessuno può festeggiare o anche solo essere soddisfatto. Questo è il risultato più basso della storia repubblicana per un’elezione politica. Quando avviene una cosa del genere, più che parlare di chi ha vinto, bisogna dirsi che ha perso la partecipazione e la democrazia. Il dato è che, almeno a Napoli, c’è uno scollamento totale fra i cittadini e dimensione della rappresentanza. Ma questo non segna una presa di parola autonoma delle persone rispetto ai partiti, ma una protesta, un’indifferenza e una rassegnazione totale. Chi in queste condizioni festeggia un’elezione di un senatore con 16.000 voti su 357.000 elettori, e magari dà la colpa al carnevale o al coronavirus, non ha percezione della realtà. […]

Ringraziamo Giuseppe Aragno, che con l’entusiasmo di un ragazzo si è messo al servizio di una campagna elettorale spericolata.
la nostra Coordinatrice Nicoletta Dosio, che dal carcere delle Vallette ci ispira ogni giorno alla coerenza, alla generosità, alla giustizia.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.