Quotidiano di informazione campano

Papa: “in Armenia fu genocidio” Crisi diplomatica con la Turchia

RADIO PIAZZA NEWS

0

Ankara, 13 apr. – La Turchia ha reagito con rabbia e irritazione alle parole di Papa Francesco sugli armeni, di cui il Pontefice ha denunciato il massacro da parte dell’Impero ottomano come “il primo genocidio” del XX secolo. “La nostra umanita’ ha vissuto nel secolo scorso tre grandi tragedie inaudite: la prima, che generalmente viene considerata come il primo genocidio del XX secolo, ha colpito il vostro popolo armeno, prima nazione cristiana”, ha affermato Bergoglio all’inizio della messa in San Pietro a 100 anni dal “martirio” (Metz Yehghern) del 1915-1916.

  La risposta di Ankara e’ arrivata in un’escalation di passi diplomatici nel giro di poche ore, in un clima politico arroventato anche dalle imminenti elezioni politiche del 7 giugno che spingono il presidente flio-islamico Recep Tayyp Erdogan su posizioni nazionaliste radicali. Prima e’ stato convocato per protesta il nunzio apostolico Antonio Lucibello, a cui e’ stata consegnata una nota di protesta, poi e’ stato richiamato per consultazioni l’ambasciatore presso la Santa Sede, Mehmet Pacaci. Era la prima volta che il termine “genocidio” veniva pronunciato in pubblico da un Papa. Il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, ha bollato l’uso della parola “genocidio come “inaccettabile”, “priva di fondamento” e “lontana dalla realta’ storica”. Il premier turco, Ahmet Davutoglu, ha definito le parole di Papa Francesco sul “genocidio” “inappropriate” e “faziose”. “Leggere quelle vicende dolorose in modo fazioso e’ inappropriato per il Papa e per l’autorita’ che rappresenta”, ha tuonato il premier in tv.
Riprendendo la dichiarazione del 2001 di Giovanni Paolo II e Karekin II in cui si faceva cenno al “genocidio”, Francesco aveva ricordato come gli armeni furono sterminati “insieme ai siri cattolici e ortodossi, agli assiri, ai caldei e ai greci” nel massacro di un milione e mezzo di persone. Fu il primo genocidio del secolo, seguito da quelli perpetrati dal nazismo e dallo stalinismo. Il Papa ha citato nuovamente le persecuzioni subite dai cristiani in questi anni, “una sorta di genocidio causato dall’indifferenza generale e collettiva, dal silenzio complice di Caino che esclama: ‘A me che importa?'”.
Nonostante la campagna internazionale di Ankara, il genocidio degli armeni e’ stato riconosciuto da una ventina di Paesi, tra cui Italia (dal 2001), Argentina, Uruguay, Francia, Svizzera, Russia e Parlamento europeo.
.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.