Quotidiano di informazione campano

Parlaci della serie che hai girato, “Un’altra vita”, regia di Cinzia Th Torrini

Intervista a Danila Stalteri, Stefano per radio piazza news

0

Parlaci della serie che hai girato, “Un’altra vita”, regia di Cinzia Th Torrini.

E’ una fiction che uscirà in autunno. Una bellissima storia corale, che parla soprattutto di noi donne. Sarò la proprietaria di un minimarket dell’isola di Ponza, dove si svolge l’intera fiction, ed avrò un grande rapporto di amicizia con la protagonista, interpretata da Vanessa Incontrada. Un ruolo davvero molto simpatico e che mi è piaciuto molto interpretare perché ha messo in luce il lato più divertente del mio carattere.

 

Hai qualche progetto in cantiere?

Oltre che in “Un’altra vita”, dove sono tra i protagonisti di serie, mi vedrete in due ruoli di puntata nel “Restauratore 2” e in “Un cuore matto”, una serie di 4 puntate con Gigi Proietti.

 

Un tuo sogno professionale e personale da realizzare?

Professionalmente vorrei riuscire a tirare fuori tutta la mia comicità, interpretando ruoli brillanti, da commedia. Fino ad ora sono stata un po’ limitata nel mio lato comico, che ho potuto tirar fuori soprattutto a teatro, anche perché in Italia c’è la concezione che al cinema o in tv la ragazza carina non faccia ridere. Invece negli ultimi anni abbiamo visto diverse attrici molto affascinanti protagoniste di commedie brillanti; vorrei seguire il loro esempio e far divertire la gente. A livello “personale” – e “materiale”, aggiungerei – desidero comprare una casa tutta mia.

 

Tv, cinema, teatro… Cosa preferisci?

Preferisco… Tutto! Purché si tratti di un buon progetto. Se dovessi scegliere “di pancia”, però, opterei per il teatro. E’ sul palcoscenico che ho mosso i primi passi; e proprio in teatro, per ora, sono riuscita ad avere i ruoli più importanti della mia carriera. Diciamo che, sotto questo aspetto, nel cinema e nella fiction sto ancora faticando un po’… Ma ho grande fiducia nel futuro e credo che i miei sforzi non potranno che essere ripagati da grandi soddisfazioni!

 

Come passi il tuo tempo libero?

Facendo lunghe passeggiate in bicicletta, oppure camminando per ore ed ore per le strade della mia città, Roma, che amo alla follia. E poi leggo molto, dipingo (sono del tutto autodidatta, però) e pratico yoga e meditazione.

 

Qual è il segreto per essere un buon attore/attrice?

Essere una persona semplice, centrata e concentrata. Bisogna essere determinati senza essere sleali, in maniera pulita. Ho una filosofia buddista, e cerco di creare valore in qualsiasi ambito della mia vita. Nel mio piccolo cerco di dare sempre un buon esempio, perché credo fermamente che solo così, a partire cioè da noi stessi e dall’ambiente che ci circonda, si possa creare una società migliore.

 

Il migliore momento della tua vita e il peggiore?

Il migliore è stato sicuramente quando è nato mio nipote: un’emozione indescrivibile! Ci sono stati, come per tutti, momenti non proprio felici, ma non saprei sceglierne uno, perché sono una persona positiva e credo che anche dai brutti momenti si possano trarre benefici, “sfruttandoli” come un’occasione di cambiamento, di crescita e quindi di miglioramento.

 

Che rapporto hai con i social network?

Su Facebook ho 2 profili personali ed una Fanpage. Mi diverto molto, lo uso fondamentalmente per passare un pò di tempo sentendomi “virtualmente” in contatto con altre persone, ma anche per informarmi: a volte certe notizie, infatti, passano prima per i social network che per le reti ufficiali di informazione. Di certo non lo uso per entrare morbosamente nella vita degli altri; anzi, è proprio questo l’unico aspetto che mi fa un po’ paura.

 

Sei cattolica?

Sono buddista da 1 anno. Sono stata per tutta la vita una “cattolica svogliata”; ho deciso di praticare questa fede perché è quella che più si adatta alla mia spiritualità. E’ una fede che favorisce l’etica morale (come d’altronde tutte le religioni, se guardi al loro cuore), ma che soprattutto ti insegna a non rivolgerti mai a qualcosa di esterno a te. Ho deciso di cambiare in un momento un pò particolare della mia vita: ero confusa, ed anche grazie a questa fede ho ritrovato me stessa.

 

Tre aggettivi per descriverti?

Energetica, spiritosa e profonda.

 

Il tuo stato attuale? Cosa pensi dell’amore?

Sono impegnata. Prima l’amore era fondamentale ma negli anni ho capito che non bisogna mai legarsi troppo nei rapporti d’amore. Ora penso di più a me stessa perchè per amare gli altri devi amare in primis te stesso. L’amore è fondamentale, non solo nei rapporti coniugali ma in tutto: nei rapporti familiari, in quelli di amicizia, nel proprio lavoro. Se non ami quello che fai, è meglio cambiare strada!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.