Quotidiano di informazione campano

Partner stimola a fare piu’ attivita’ fisica

Salute- radio piazza notizia dal mondo

0

Washington,10 apr. – Altro che personal trainer. La persona che e’ piu’ capace di motivare e stimolare ad avere una buona forma fisica e’ il proprio partner. Uno studio dell’Universita’ di Tel Aviv ha scoperto che se il partner si impegna a seguire un regime di esercizio fisico, si e’ molto piu’ propensi a seguirne l’esempio. Questo significa che l’attivita’ fisica non fa solo bene a chi la fa, ma anche al partner. Per questo i ricercatori suggeriscono che un’ottima strategia per mantenetsi in forma e’ quella di seguire un programma di attivita’ insieme al partner e non da soli. Per arrivare a queste conclusioni gli studiosi hanno esaminato i dati dello Atherosclerosis Risk in Communities Study, che nel 1987 ha iniziato a seguire un gruppo di 15.792 adulti di mezza eta’ provenienti dal Maryland, North Carolina, Minnesota e Mississippi. In particolare, gli scienziati hanno analizzato i dati raccolti durante due visite mediche effettuate a distanza di sei anni. Ad ogni visita, i ricercatori hanno indagato sul livello di attivita’ fisica svolto da 3.261 coppie.

  L’Organizzazione mondiale della sanita’ raccomanda agli adulti di fare 150 minuti di attivita’ fisica moderata alla settimana o almeno 74 minuti di attivita’ fisica intensa a settimana.
Oppure, secondo l’Oms, bisognerebbe svolgere una combinazione equivalente di attivita’ moderata e vigorosa. Nel corso della prima visita, il 45 per cento dei mariti e il 33 per cento delle moglie hanno soddisfatto queste raccomandazioni. Sei anni dopo, i ricercatori hanno scoperto che quando le mogli hanno raggiunto i livelli raccomandati di attivita’ fisica alla prima visita, i mariti avevano il 70 per cento di probabilita’ in piu’ di raggiungere livelli simili nelle visite successive, rispetto invece a quelli con le mogli fisicamente meno attive.
Allo stesso modo, quando un marito ha soddisfatto i livelli raccomandati, la moglie ha avuto un 40 per cento di probabilita’ in piu’ di raggiungere lo stesso risultato. “I nostri risultati – ha detto Silvia Koton, scienziata che ha coordinato lo studio – suggeriscono che gli sforzi per promuovere l’attivita’ fisica dovrebbero avere come target le coppie”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.