L’assessore regionale al turismo, Pasquale Sommese (Udc), dal suo profilo Facebook, fa un esame delle elezioni provinciali ad Avellino, Salerno e Benevento, ma anche di quelle della città metropolitana di Napoli, che hanno visto una discreta affermazione dei centristi. Nella sua accurata analisi si evince come il centrodestra unito vince, ed annota gli ottimi risultati raggiunti dalla maggioranza di Caldoro in provincia di Napoli.

Sommese scrive in  un lungo post, le sue considerazioni: “Cari amici di #Facebook, fino ad oggi ho utilizzato i social network per condividere solo ed esclusivamente le iniziative istituzionali dell’assessorato che ho l’onore di guidare. Ho preferito, quindi, dedicare questo spazio virtuale alla mia attività di #governo, ma credo sia giunto il momento di condividere con voi anche quella che è da sempre la mia grande passione: la politica.

E comincio dalle elezioni della Città metropolitana, dove la nostra, nuova grande area popolare è stata decisiva. Come lo sarà anche alle prossime regionali. Accolgo con entusiasmo il risultato della lista e sono orgoglioso del risultato raggiunto. Oltre il 16% di cui andare fieri. Lo avevo annunciato e pronosticato già un po’ di tempo fa: il cartello di centro #Udc – #Ncd è determinante, e lo sarà sempre di più nei prossimi mesi a #Napoli e in #Campania. Quattro seggi a Napoli sono la riprova della nostra forza, e la conferma dei risultati delle ultime elezioni amministrative svoltesi in 8 città della provincia con un sostanziale pareggio tra i 3 raggruppamenti maggiori, noi, il Pd e Forza Italia.

I risultati della costituente popolare si vedono anche in Campania. Il dato di Napoli infatti si unisce a quelli di Salerno e Avellino, e rappresenta l’inizio di un cammino che punta a creare sul territorio un grande contenitore in grado, partendo dall’unificazione dei tre partiti (Udc, Ncd, Popolari), di raccogliere le sensibilità civiche che sono la maggioranza degli amministratori locali nella regione, le forze laiche di centro e quanti ritengono di non delegare agli altri le scelte e le decisioni.

Dopo questo atteso risultato, parte ancora più forte dalla Campania il percorso che porterà alla nascita della Costituente di Centro. Se sommiamo i risultati, possiamo dire con certezza che la maggioranza di Stefano Caldoro in provincia di Napoli ha ottenuto un risultato ottimo. E siamo solo all’inizio del lavoro: restano tante criticità da recuperare soprattutto a #Salerno e #Avellino, come più volte ha evidenziato il consigliere regionale Cobellis, coordinatore provinciale di Salerno dell’Udc. La mia cultura politica è volta a dare soluzioni ai problemi, con risposte concrete ai cittadini, proprio in un particolare momento di frattura tra la società civile e i palazzi. Credo che stiamo dimostrando che siamo l’unica risorsa che può rappresentare quel collante tra istituzioni e cittadini. Proprio questo chiedono i territori e io come sempre sono pronto a farlo”.

– See more at: http://www.campania24news.it/2014/10/17/campania-pasquale-sommese-udc-il-centrodestra-unito-vince-50180/#sthash.bb2KIl6G.dpuf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio