Quotidiano di informazione campano

Paura per Joni Mitchel, sviene in casa; in terapia intensiva, ma e’ cosciente

Cronaca radio piazza news

0

Los Angeles (California),ieri – E’ stata “ricoverata in terapia intensiva per essere sottoposta a una serie di esami clinici” Joni Mitchell, trasferita d’urgenza in un ospedale di Los Angeles dopo essere stata trovata ieri pomeriggio priva di sensi nella sua abitazione della megalopoli californiana. La 71enne cantautrice canadese, secondo quanto riferito in una nota pubblicata sul suo sito on-line, aveva comunque ripreso conoscenza gia’ durante il trasporto in ambulanza. Attualmente rimane “cosciente e con il morale alto”, precisa il comunicato che, nel preannunciare ulteriori aggiornamenti mano a mano che si susseguiranno i bollettini medici, invita i fan ad “accendere una candela e cantare una canzone, facendole gli auguri”.

L’artista, al secolo Roberta Joan Anderson, una carriera costellata di premi e riconoscimenti, un canzoniere che ne ha fatto un’icona non solo della musica contemporanea ma anche del costume, da anni soffre della cosiddetta sindrome di Morgellons, una discussa patologia caratterizzata da sensazioni cutanee quali fitte, prurito, formicolio, punture, come se il corpo fosse aggredito da parassiti in realta’ inesistenti. Negli ambienti medici americani e’ considerata per lo piu’ una semplice forma di psicosi, ma Mitchell ha piu’ volte dichiarato di volersi battere affinche’ chi ne e’ affetto “riceva la credibilita’ che gli e’ dovuta”. (AGI) per radio piazza news

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.