Quotidiano di informazione campano

Pd al M5s, “incontro il 17 o il 18” Renzi, tutte le riforme entro 2015

Politica italiana,da radio piazza news

0

“Siamo d’accordo nell’incontrarci di nuovo e vi diamo la disponibilita’ per le giornate di giovedi’ o venerdi’. Va bene presso la Camera dei Deputati, va bene in streaming, fateci sapere”. La dirigenza del Pd risponde con una lettera al M5S e alla richiesta di Casaleggio (“Rebzi e’ un bradipo, risponda entro 24 ore”). Secondo quanto si apprende, Beppe Grillo non andra’ all’incontro con il Pd. Il leader M5S, arrivato oggi a Roma, dovrebbe partire prima di quella data e, secondo quanto sostengono fonti autorevoli del Movimento, all’incontro con Matteo Renzi per parlare di riforme e legge elettorale andra’ sempre la delegazione 5 Stelle costituita dai due capigruppo, Danilo Toninelli e Luigi Di Maio. “Non c’e’ dubbio che la legge elettorale per noi vada approvata il prima possibile – si legge nella lettera sulle riforme che il Pd ha inviato al M5S -. Dunque, ragionevolmente, prima dell’entrata in vigore della riforma costituzionale. Dovendo azzardare dei tempi potremmo dire che entro il 2014 si approva definitivamente la legge elettorale. Nel 2015 definitivamente la riforma costituzionale per poi procedere all’eventuale referendum”.

Pd al M5S: chiudiamo tutto entro il 2015, disposti a discutere su premio di maggioranza

Il Pd si dice soddisaftto della risposta del M5s: “Scrivete che siete disponibili a un ballottaggio e ci pare che questo argomento sia molto importante. Voi volete assicurare un premio che arrivi al massimo al 52%. Nell’Italicum il massimo e’ al 55%”, si legge nella missiva, “Nella legge elettorale dei sindaci e’ il 60%. Come vedete si tratta di discutere delle soglie, ma se accettate il principio per cui un vincitore ci vuole sempre e’ un grande passo in avanti. Potrebbe sorgere qui una curiosita’ intellettuale: perche’ il vostro premio di maggioranza al 52% e’ democratico; il nostro dell’Italicum al 55% e’ incostituzionale autoritario e antidemocratico; quello dei sindaci al 60% ritorna democratico? Ma sono curiosita’ che sicuramente ci chiarirete nel corso del nostro incontro”.
Il punto fondamentale, a detta del Pd, “e’ il principio: accettate il fatto che ci sia un vincitore, accettate l’esistenza di un premio di maggioranza”.

Quindi una considerazione importante: “Sul Senato siamo d’accordo e ci pare un fatto non scontato e positivo – scrive la dirigenza del Pd -. Ci pare che l’unico punto di discussione sul Senato verta sul fatto che da parte vostra emerga la richiesta di scegliere i 74 consiglieri regionali che siederanno anche in Senato con l’elezione di primo livello anziche’ con l’elezione di secondo livello”, si legge ancora, “Come voi sapete l’elezione di secondo livello e’ il sistema che funziona negli altri Paesi europei che non hanno un bicameralismo perfetto. Ci pare che su questo tema si registri l’unico punto di dissenso di una riforma costituzionale di oltre quaranta articoli. Che sara’ anche un attentato alla democrazia e l’ennesima dimostrazione dell’autoritarismo del premier, ma rischia di vedervi d’accordo su quasi tutti i punti”.

Quindi il nodo dell’immunita’ parlamentare. “La vostra posizione sull’immunita’ e’ molto seria – scrive la dirigenza del Pd al M5S -. Siamo pronti a discuterne, anche con gli altri partiti”, aggiunge il Pd, “Come sapete noi non guardiamo in faccia a nessuno e abbiamo votato per l’arresto anche di nostri colleghi. Voi ci assicurate che per qualsiasi procedimento gia’ in corso contro parlamentari del Movimento Cinque Stelle rinuncerete all’immunita’? Per noi e’ molto importante capire se su questo tema fate sul serio o no”.
.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.